Editori internazionali contro la Cina per caso librai scomparsi

Editori di tutto il mondo hanno chiesto con urgenza alle autorità di Hong Kong di chiedere alla Cina di rilasciare i cinque impiegati della casa editrice Mighty House sottoposti a processo per reati criminali.

Hong Kong, 18 feb. (askanews) – Una lettera aperta è stata invita dalle associazioni internazionali degli editori e dei librai al leader di Hong Kong Leung Chun-ying, denunciando quello che viene definito “un messaggio terrifacante” per quanto riguarda le libertà civili e la libertà di espressione.

“Questo caso – dice il testo disponibile sul sito del PEN American Center– è un messaggio terrificante per gli scrittori, gli editori e i librai di Hong Kong che affrontano questioni politiche delicate e mette a repentaglio le libertà individuali e la sicurezza dei cittadini”.

Prealpina.it, 18/02/2016

English article, Pen American Center:

Free Expression, Publishing, and Bookselling Organizations Urge Hong Kong to Take Action on Missing Booksellers

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.