Categoria: Prodotti pericolosi o contraffatti

Campi Bisenzio: sequestrati 4 ettari di serre gestite da orientali

Un gruppo interforze del comune di Campi Bisenzio, dei carabinieri, dell’Asl e della Regione, ha fatto un sopralluogo in alcuni terreni adiacenti a via Barberinese dove cinesi coltivano verdura e ortaggi.

Dalla Cina al Veneto: 600 bambole tossiche. «Rischio infertilità»

Il Ministero ordina il ritiro: «Danni all’apparato riproduttivo dei bimbi»». L’importatore: «Io vittima».

SARZANA: Giochi e prodotti pericolosi, maxi sequestro in un market sulla variante

Si tratta di merce per un valore di 25mila euro. Proveniva dalla Cina.

Sarzana, 29 dicembre 2017 – Ottomila prodotti non sicuri sono stati sequestrati dai militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Sarzana sugli scaffali di un grande magazzino. Mille dai colleghi del comando provinciale della Spezia.

La Cina produce tè verde con pesticidi e la Francia, pur sapendo, lo vende con l’ok del governo per piazzare a Pechino aerei e auto

Sullo stile francese sono stati scritti centinaia di libri. Dalla moda all’arredamento, dalla cucina all’abbigliamento, tutti concordi nell’esaltare la grandeur di quello stile: «Inarrivable!». Ma ora ecco un libro controcorrente, scritto da un manager francese, dove si sostiene che di inarrivabile, nello stile francese applicato al commercio internazionale, c’è solo la faccia tosta.

Torino, maxi-operazione della Finanza: sequestrati 4,5 milioni di articoli cinesi pericolosi [Foto e Video]

Tra i prodotti ritirati dal mercato, tantissimi Fidget Spinner, le trottole amate dai bambini. Circa 45mila pezzi sono stati trovati in un deposito di Porta Palazzo.

CINA: «Condizioni disumane» per produrre i regali di Natale

In Svizzera due giocattoli su tre vengono dalla Cina, che secondo Solidar Suisse calpesta i diritti dei lavoratori.

Concorrenza sleale, UE approva regolamento anti-dumping alla Cina

La notizia era molto attesa: l’Unione europea, dopo annose discussioni, ha fatto propria la posizione italiana e ha approvato un nuovo regolamento che conserva la possibilità di applicare anche alla Cina misure anti-dumping, escludendo il riconoscimento dello status di economia di mercato.