Categoria: Economia

Lager a Cossato: lavoratori trattati come schiavi tra topi e sporcizia

In un magazzino ortofrutticolo all’ingrosso gestito da un cinese che riforniva ristoranti. Condizioni igieniche allucinanti, tra escrementi e topi morti.

Distrarre con la Tav, intanto si firma per la Via della Seta cinese? [Video propaganda cinese]

Da mesi televisioni, radio e giornali sono occupati dalle chiacchiere sulla Tav. Farla o non farla? Sappiamo che si tratta solo di un inutile teatrino, perché l’opera si farà. Quindi quale sarebbe lo scopo di tutto questo? Si potrebbe trattare del solito strumento di “distrazione di massa” per altri obiettivi?

La Wto dà ragione agli Usa: “Cina attua pratiche commerciali sleali”

L’organizzazione internazionale ha stabilito che, a partire dal 2013, il gigante asiatico avrebbe “ininterrottamente” elargito ai propri contadini “aiuti finanziari esorbitanti”.

Altro che no tav! No alla via della seta! L’accordo con la Cina che l’Italia non deve firmare

Forse è il caso di aprire gli occhi e smetterla di considerare opportunità le offerte che arrivano da Pechino. La Nuova Via della Seta (Belt and Road) sarà il capolavoro economico e politico di Xi Jinping ed allo stesso tempo la trappola per il nostro definitivo ed irreversibile declino.

ISCHIA: la Cina si prende anche Panza e i commercianti si ribellano

FORIO – Di certo è un po’ eccessivo parlare di “invasione”, ma ormai il malumore dei commercianti nei confronti dei sempre più numerosi empori cinesi che conquistano, anno dopo anno, sempre più postazioni sull’isola, allarma, e non poco, i rivenditori made in Ischia.

Shampoo contraffatti in rotta verso l’Europa: maxi operazione dell’antifrode UE

L’ufficio antifrode della Ue (OLAF) è stato al centro di un’operazione internazionale che ha messo fine ad un traffico internazionale di shampoo contraffatti: 400 tonnellate di prodotti provenienti dalla Cina e intercettati in Colombia e Messico si sarebbero dovuti poi dirigere a grandi passi verso l’Europa.

Esplode cuscino elettrico scaldamani “made in China”: impiegata di 48 anni ustionata

Danni limitati, ma tanta paura: una piccola ustione al fianco e al braccio che richiederà comunque una vista specialistica. Però F. C., 48enne impiegata mestrina, se l’è vista brutta, quando il cuscino elettrico scaldamani che aveva messo in carica e appoggiato sul letto, è esploso all’improvviso spargendo ovunque liquido rosso.