Ebraismo in Cina?

Nella Cina dell’ateismo marxista di stato, la voglia di sacro e la necessità di vita spirituale sono sempre più sentiti dalla popolazione. Fra le religioni più diffuse, ancora perseguitate dal governo, il Buddhismo, il Taoismo, il Falun Gong e il Cristianesimo, non è compreso l’Ebraismo. Tuttavia i Cinesi lo hanno improvvisamente scoperto. Uno dei testi sacri ebraici, il Talmud, infatti è diventato uno dei libri più venduti del momento. Molti investitori di religione ebraica avrebbero cominciato a fare affari in Cina già dal diciannovesimo secolo e quindi a diffondere, con l’abituale cautela, i principi religiosi dell’Ebraismo racchiusi nel libro sacro. In più il Talmud, che tradotto significa ”insegnamento”,  parla di diritto contrattuale, di stime e di interessi, argomenti che nella Cina odierna, tutta proiettata verso la crescita economica, sono grande attualità. Crediamo che il Talmud resterà a lungo tra i libri più venduti.
Maria Vincenza Pincelli

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.