Quasi due dozzine di uiguri in carcere per “attività religiose illegali”

Le autorità dell’irrequieta regione dello Xinjiang, nel nord-occidente della Cina, hanno incarcerato quasi due dozzine di uiguri per le attività religiose illegali e altre infrazioni. Provvedimento condannato da gruppi di esiliati uiguri come parte di ciò che chiamano “persecuzione della minoranza etnica”.

Secondo i media statali cinesi ventidue uiguri, tra cui i leader religiosi musulmani accusati di predicare illegalmente, hanno ricevuto pene detentive che vanno dai 5 ai 16 anni, in una condanna pubblica nella città occidentale di Xinjiang Kashgar.

Alcuni dei capi religiosi condannati erano stati sollevati dalle loro incarichi. Altri uiguri sono stati accusati di incitamento all’odio etnico, usando la superstizione con il tentativo di minare la legge, provocare liti e lo stupro.

Condanna

Il “World Uyghur Congress”, un’organizzazione internazionale di gruppi uiguri in esilio con sede in Germania, ha condannato la sentenza ed ha accusato le autorità cinesi di repressione religiosa e abuso dei diritti.

Dilxat Raxit, portavoce dell’organizzazione, riferisce a Radio Free Asia che le autorità cinesi hanno iniziato la repressione in coincidenza con l’11 Novembre; anniversario della fondazione delle repubbliche del Turkestan orientale nel 1933 e il 1945.

“Le autorità cinesi hanno scelto questo delicato momento con uno specifico scopo politico, perché oggi è l’anniversario per gli uiguri, per avere instaurato le due repubbliche”.

Ha anche detto che le autorità hanno deciso di reprimere gli uiguri, mentre Pechino ha ospitato la riunione dei dirigenti del Forum Asia-Pacific Economic Cooperation (APEC) per inviare un messaggio alla comunità internazionale che non ha intenzione di cambiare le politiche che regolano nello Xinjiang.

“Attraverso le condanne di alto profilo, il governo cinese sta dichiarando alla comunità internazionale che la politica di repressione contro gli uiguri continuerà”, ha detto. “Loro [i funzionari del governo] non cambieranno.”


Radio Free Asia, 12/11/2014

English article: Nearly Two Dozen Uyghurs Jailed For ‘Illegal Religious Activities’

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.