Donna morta per impiccagione… suicidio o qualcos altro?

E’ stato ampiamento riportato dai media il gesto estremo di Yang Yuzhi che si è tolta la vita con l’impiccagione presso l’ufficio locale di pianificazione familiare. La donna aveva subito per ben due volte una sterilizzazione forzata  che le aveva portato conseguenze psicologiche traumatiche legate a queste procedure. Il farmaco per curare la sua malattia cronica, a quanto pare molto costoso, aveva prosciugato le finanza della famiglia, che ha chiesto risarcimento all’ufficio di pianificazione familiare, senza alcun risultato.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa diffuso dalla Womens Rights Without Frontiers in lingua inglese

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.