Dopo divieto di viaggio, la Cina blocca i tibetani dal Kalachakra anche su WeChat

Dopo le restrizioni per i tibetani di assistere all’iniziazione di Kalachakra del leader tibetano il Dalai Lama a Bodh Gaya la Cina è ora ricorsa alla cyber-polizia sul wechat, l’applicazione di messaggistica più utilizzato e di proprietà di una società cinese. Un nuovo studio condotto dalla Munk School of Global Affairs, University of Toronto (Canada), mostra che la Cina ha bloccato le parole chiave correlate a Kalachakra, per gli utenti con account registrati con numeri di telefono nella Cina continentale.

“La censura delle parole chiave non è trasparente e non viene dato nessun avviso ad un utente se il messaggio è stato bloccato; semplicemente non appare”, dice il rapporto.

Il rapporto sottolinea anche che l’applicazione ha più complicati livello di censura  e ulteriori controlli sulle parole chiave nel caso di chat di gruppo. Questo potrebbe essere dovuto alla natura del dei gruppi di discussione on-line che possono raggiungere un pubblico più ampio e potenzialmente possono essere utilizzati per organizzare proteste e altre mobilitazioni pubbliche.

Il rapporto ha scoperto che se le parole chiave come ‘Dalai Lama’ e ‘Kalachakra’ vengono inviati singolarmente, gli utenti in Cina hanno la possibilità di ricevere il messaggio. Tuttavia con la combinazione delle parole chiave come ‘Kalachakra’ + ‘Dalai Lama’ + ‘tibetana’ il messaggio viene bloccato senza alcun preavviso.

La filtrazione delle parole chiave viene applicata comunque su differenti lingue: tibetano, inglese, cinese e hindi. Anche la menzionare di ‘Dalai Lama’ + ‘3 gennaio’ + Kalachakra è viene bloccata. In Hindi, il filtro si applica anche alla parola ‘Bodh Gaya’.

Questa non è la prima volta che WeChat ha bloccato o monitorato le parole chiave correlate al Tibet. I tibetani in passato sono stati arrestati per la condivisione di messaggi, canzoni o foto relative al leader tibetano in esilio. Contenuti relativi alla cultura tibetana sono anche visti come un modo di diffondere un sentimento ‘anti-Cina’.

“Il blocco delle parole chiave correlate al Kalachakra dimostra che la censura su WeChat e gli elenchi delle parole chiave sono dinamiche e vengono aggiornate in risposta agli eventi attuali, conclude il rapporto.

Traduzione a cura della Laogai Research Foundation


Fonte: Phayul, 12 gen 17

English article: After travel ban, China blocks Tibetans from Kalachakra on WeChat

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.