Ditte cinesi hanno evaso per milioni di euro, bar e ristorante senza contabilità

Le indagini si sono rese particolarmente complesse perché i documenti fiscali delle tre ditte erano praticamente inesistenti. Praticamente per cinque anni non hanno pagato nulla allo Stato.

ALESSANDRIA – Evasione fiscale milionaria contestata dalla Guardia di Finanza di Alessandria ad una serie di imprenditori cinesi residenti in città, che tra il 2013 e il 2018 hanno gestito varie attività, tra cui un ristorante, un’impresa edile e un bar.

Il controllo economico delle Fiamme Gialle hanno portato alla luce inoltre l’omesso versamento dell’IVA di poco inferiore al milione di euro. Sono stati, nel contempo, contestati illeciti amministrativi per l’omessa istituzione del Libro Unico del Lavoro nei confronti di una società sottoposta a verifica oltre alla contestazione per l’infedele registrazione dei dipendenti sul libro obbligatorio. Al termine delle indagini i finanzieri hanno anche rilevato e segnalato alla Camera di Commercio di Alessandria l’omesso deposito del bilancio d’esercizio. Le indagini sono state particolarmente complesse perché la contabilità di queste ditte era praticamente assente. Tre persone di mazionalità cinese sono state denunciate per non aver presentato la dichiarazione dei redditi.

Fonte: Alessandrianews,09/05/2019

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.