Categoria: Diritti umani

Chen Guangcheng: Il Partito comunista cinese è il virus più pericoloso

L’attivista cieco è divenuto avvocato negli Stati Uniti, dove è stato accolto come profugo. Aveva denunciato aborti e sterilizzazioni forzati nello Shandong ed era stato imprigionato. Il Pcc ha taciuto sulla diffusione del virus a Wuhan e nel Paese, ha manipolato le cifre delle infezioni e delle morti, ha violato i diritti dei cittadini.

Cina: le atrocità commesse dall’Esercito Popolare di Liberazione

I terribili ricordi di alcuni soldati: gli eccidi di uiguri e di monaci tibetani, il salvataggio “selettivo” delle vittime del terremoto.

La Cina è stata nominata membro del comitato del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite

La nomina della Cina nel gruppo consultivo del Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite (UNHRC), un organo dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite, ha suscitato decine di critiche anche perché il tutto si è svolto durante la diffusione di notizie che il Pcc ha messo a tacere i medici e i media durante lo scoppio della pandemia in corso in tutto il mondo. Jiang Duan, un funzionario della missione cinese a Ginevra, è stato nominato ed eletto per il posto dal raggruppamento asiatico regionale il 1 aprile.

La Cina prende di mira migliaia di persone che hanno parlato dell’epidemia di coronavirus.

Il partito comunista cinese al potere ha preso di mira migliaia di persone per aver parlato dell’epidemia di coronavirus nel paese da quando è iniziato alla fine di dicembre nella città centrale di Wuhan, così dice un’associazione per i diritti umani all’estero.

Cina imperdonabile. Troppi dimenticano sempre che è una dittatura comunista

La Cina non si arrende. Piuttosto che chiedere scusa all’umanità intera, polemizza con gli Stati Uniti che hanno definito inattendibili i numeri sull’epidemia diffusi da Pechino. Come dar loro torto. Chi può mai credere che in Cina ci siano stati meno morti che in Italia? Ricordiamo che dalla Cina non sono state ancora fornite spiegazioni plausibili circa la consegna di urne cinerarie durata giorni e giorni, che tradisce un numero di persone decedute ben superiore a quello dichiarato.

Non chiamarlo un virus cinese. Chiamalo VIRUS del Partito comunista cinese.

La Cina è un regime totalitario che detiene, tortura e uccide illegalmente. Il regime comunista cinese viola sistematicamente i diritti umani, reprime le libertà, viola le coscienze, perseguita le religioni e molesta le minoranze etniche.

Coronavirus, attento PCC che arrivano gli avvocati

In base al diritto internazionale, la Cina e/o il Partito Comunista Cinese possono e debbono essere citati in giudizio per i danni enormi causati al mondo intero.