Categoria: Diritti umani

Come la Cina prevarica e blocca i meccanismi delle Nazioni Unite per i diritti umani

Un rapporto dettagliato dell’UNPO documenta come Pechino (e altri regimi illiberali) impedisca ‒ legalmente e illegalmente ‒ che la voce dei perseguitati venga ascoltata a livello internazionale.

Huang Qi, il primo cyber dissidente cinese condannato a 12 anni di prigione

L’uomo è finito nel mirino delle autorità a causa del sito web che ha fondato e che negli anni ha fatto luce su episodi di corruzione e violazione delle libertà civili. L’accusa: rivelazione di segreti di Stato.

Nuova Via della Seta e diritti umani: il grande nodo della Cina

Riemerge, prepotente, la dicotomia tra un progetto avveniristico come la Nuova Via della Seta ed un Paese ancorato a principi e valori di epoche passate, la Cina. Il progetto della Nuova Via della Seta è tornato prepotentemente nell’agenda politica della comunità internazionale in questi giorni.

Parlamento Ue vota risoluzione Hong Kong, Cina furiosa: ignoranza

Il Parlamento europeo ha adottato oggi una risoluzione in cui si chiede alle autorità di Hong Kong di ritirare definitivamente la controversa legge sull’estradizione che, secondo l’Europarlamento, darebbe a Pechino un’arma per arrestare i dissidenti ospitati nell’ex colonia britannica.

L’Italia condanna la Cina sui diritti umani, guai in vista sulla Via della Seta

Guerra di propaganda al Consiglio per i Diritti umani dell’Onu appena concluso. Una lettera dell’occidente compatto (senza l’America) contro le detenzioni di massa nello Xinjiang, Pechino replica con una missiva firmata da Russia, Corea del nord e altri paesi amici.

Condanna internazionale detenzione di massa nello Xinjiang. L’Italia non c’è.

GINEVRA (Reuters) – Quasi ventiquattro Paesi hanno invitato la Cina a fermare la detenzione di massa della popolazione di etnia Uyghura nella regione dello Xinjiang. Secondo una lettera acquisita dall’Agenzia Reuters, questa è la prima mossa congiunta tra molti rappresentanti del corpo diplomatico sulla questione portata al Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite.

Donne, neonati e bambini, sono in aumento la tratta di esseri umani verso la Cina

Tra il 2012 ed il 2017 le autorità di Hanoi hanno tratto in salvo circa 7.500 persone. Móng Cái, città di frontiera, è ormai divenuta lo snodo principale per il traffico. Le organizzazioni criminali si servono di “intermediari” per raggirare le tribali che vivono nelle comunità montane. La testimonianza di Phạm Thị Minh T., costretta alla prostituzione quando aveva 17 anni.