Categoria: Diritti umani

Non chiamarlo un virus cinese. Chiamalo VIRUS del Partito comunista cinese.

La Cina è un regime totalitario che detiene, tortura e uccide illegalmente. Il regime comunista cinese viola sistematicamente i diritti umani, reprime le libertà, viola le coscienze, perseguita le religioni e molesta le minoranze etniche.

Coronavirus, attento PCC che arrivano gli avvocati

In base al diritto internazionale, la Cina e/o il Partito Comunista Cinese possono e debbono essere citati in giudizio per i danni enormi causati al mondo intero.

La Cina cerca di passare per salvatrice del Mondo

La verità è un’altra: il virus è ancora a Wuhan ed è tutto un gioco di propaganda.Con il diffondersi dell’epidemia di coronavirus in tutto il mondo, il regime cinese ha lanciato una campagna di propaganda che descrive le misure di contenimento adottate come un modello da seguire per gli altri Paesi.

Freedom House classifica il Tibet come il secondo paese meno libero al mondo

Freedom House ha pubblicato il rapporto annuale “La libertà nel mondo”, un indice che raccoglie e schematizza i Paesi del mondo dividendoli secondo i criteri delle libertà politiche e civili.

La Cina obbliga gli uiguri a lavorare nella fabbrica di scarpe che rifornisce Nike.

LAIXI, Cina – I lavoratori delle giacche blu di serie cuciono e incollano e assemblano circa 8 milioni di paia di Nikes ogni anno presso la Qingdao Taekwang Shoes Co., un fornitore Nike da oltre 30 anni e una delle più grandi fabbriche del marchio americano.

Una famiglia spezzata dal PCC: la storia di Doğan Erdoğan

Un cittadino turco ha sposato una donna uigura. Ora, gli viene detto che non può vedere sua moglie e la sua piccola figlia – e suo suocero è stato arrestato per il “crimine” di aver permesso a sua figlia di sposare uno straniero.

La Cina fa la prepotente con il mondo per far distogliere lo sguardo sui suoi abusi dei diritti umani

Per coloro che seguono gli affari internazionali, è chiaro che la Cina è diventata sempre più repressiva sotto il presidente Xi Jinping . Negli ultimi otto anni, la sorveglianza elettronica in Cina è diventata più pervasiva, è cresciuta l’intolleranza alla libertà di espressione e molti avvocati sono stati esclusi e incarcerati semplicemente per aver difeso i diritti dei loro clienti.