Categoria: Diritti umani

Papa Francesco per la prima volta afferma che gli Uiguri sono perseguitati. La risposta di Pechino: affermazioni “totalmente senza fondamento”.

Per la prima volta Papa Francesco ha definito i musulmani uiguri cinesi un popolo “perseguitato”, una presa di posizione che gli attivisti per i diritti umani lo esortano a fare da anni. Lo fa nell’ampio libro scritto da lui – in collaborazione con il giornalista Auste Ivereigh – “Ritorniamo a sognare”, in uscita in Italia dal 1° dicembre (Piemme).

Gli USA descrivono il Tibet come un territorio militare occupato; Il Dalai Lama ha esortato a rivolgersi al Congresso degli Stati Uniti.

Gli Stati Uniti per la prima volta hanno definito il Tibet un territorio occupato militarmente dalla Cina. All’inizio di questa settimana la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge che afferma l’importanza della difesa della vera autonomia per i tibetani e il lavoro svolto dal 14 ° Dalai Lama per promuovere la pace, l’armonia e la comprensione globali.

La Cina commette gravi violazioni dei diritti umani contro il Tibet mentre la regione è paralizzata sotto Pechino. [ video]

La CINA sta commettendo innumerevoli violazioni dei diritti umani in Tibet mentre mette sotto il torchio la regione la sua storia e cultura, ha riferito a Express.co.uk un osservatore dei diritti umani.

Hong Kong, Joshua Wong: “Italia ci aiuti”.[video intervista Istituto Liberale)

Roma, 18 nov. (Adnkronos) – Un “aiuto” dall’Italia e dalla comunità internazionale affinché “continuino ad alzare la voce contro la Cina” e restino al fianco delle persone di Hong Kong che si battono per la democrazia. E’ quanto ha sollecitato l’attivista pro democrazia Joshua Wong, leader della protesta a Hong Kong, rispondendo alle domande dopo il suo intervento al Senato per una lezione dedicata al tema della libertà alla Scuola di formazione della Fondazione Farefuturo ‘FormarsiNazione’.

Cina | Tortura, sterilizzazione forzata e privazione dei bambini dalla serata familiare: le atrocità cinesi creano una generazione di odio nello Xinjiang, prevede un esperto.

Rete di campi di concentramento. Tortura. Lavoro forzato. Tali parole abbondano nelle notizie internazionali sullo Xinjiang cinese, la patria della minoranza uigura. Ogni volta che il lettore pensa che non possa andare peggio, nuove parole compaiono nei titoli: Sterilizzazione forzata delle donne. Matrimonio forzato. Privazione dei bambini negli orfanotrofi.

Nel nome di Pechino, quattro politici pro-democrazia estromessi dal parlamento

Questa mattina il Comitato permanente dell’Assemblea nazionale del popolo a Pechino ha emesso una risoluzione che applica la nuova legge sulla sicurezza anche ai parlamentari di Hong Kong. I quattro sono: Alvin Yeung, Dennis Kwok, Kwok Ka-ki e Kenneth Leung. “Oggi, [il principio] ‘Un Paese, due sistemi’ non esiste più”.

Cantante tibetano condannato a 6 anni per canzone che critica le politiche cinesi

Il  cantante tibetano  Lhundrub Drakpa è stato condannato a 6 anni di prigione per una canzone che criticava le politiche repressive del governo cinese nella contea di Driru a Nagchu a giugno. Il gruppo di attivisti Tibetan Center for Human Rights and Democracy (TCHRD) ha riferito di essere stato arrestato nel maggio 2019, due mesi dopo che la sua canzone ‘Black Hat’ è stata condivisa sui social nel marzo dello scorso anno. Ha trascorso la sua custodia cautelare in prigione per più di un anno senza avere accesso ad alcuna rappresentanza legale.