DIRITTI UMANI – Passa la risoluzione anti-laogai di Più Toscana e Pd

Mozione Laogai Research Foundation Italia approvata in Consiglio Regionale Toscana

Comunicato stampa inviato il 12 Settembre 2013 al Responsabile sito  Laogai Research Foundation Italia, Gianni Taeshin Da Valle

È stata approvata con voto unanime in Consiglio Regionale la proposta di risoluzione per impegnare la Giunta regionale a farsi portavoce col Governo italiano per affrontare il tema del lavoro forzato nei campi di concentramento cinesi (laogai) con le rappresentanze della Repubblica Popolare Cinese. Firmatari della proposta sono stati i consiglieri regionali di Più Toscana, Antonio Gambetta Vianna e Gian Luca Lazzeri, e il collega del Partito Democratico, Enzo Brogi.

«Siamo davvero felici dell’approvazione di questa risoluzione – spiegano in coro Gambetta Vianna e Lazzeri – che impegna la Giunta Rossi anche a sostenere l’approvazione di una legge nazionale al fine di proibire l’importazione e il commercio nel nostro Paese dei prodotti derivanti dal lavoro forzato nei laogai. Inoltre, con questo atto si vuole fare in modo che ogni rapporto e ogni intesa tecnico-commerciale con la Cina siano subordinati a un impegno concreto della Repubblica Popolare a superare la tragica esperienza dei laogai».

Secondo i due esponenti di Più Toscana, «qualche passo avanti da parte del Governo cinese è stato già fatto. Infatti, l’Amministrazione di Guangzhou ha recentemente annunciato la liberazione entro la fine del 2013 di tutti i circa 100 detenuti al momento rinchiusi nei laogai per la “rieducazione tramite il lavoro”. E soprattutto ha fatto sapere che nessuno sarà più rinchiuso in quel lager di Stato.

Ci auguriamo anche che le parole del nuovo premier Li Keqiang, che ha promesso una riforma a livello nazionale del sistema entro fine 2013, trovino un celere seguito nei fatti. E per questo invitiamo la console cinese a Firenze, Wang Xinxia – concludono Gambetta Vianna e Lazzeri –, a sollecitare qualsiasi iniziativa del Governo cinese per arrivare quanto prima alla chiusura dei laogai».

«Apprezzo molto che su questo tema il Consiglio regionale abbia raccolto il mio appello a votare all’unanimità – aggiunge Enzo Brogi –. Ora che la Toscana sta incrementando sempre di più i rapporti economici e le relazioni con il governo della RPC, occorre che dalla nostra regione ci sia la volontà di uno scambio anche di cultura, democrazia, tradizioni di diritti civili e del lavoro, tutte cose che non possono essere subordinate agli interessi del commercio e dell’economia».

Dott. Gian Luca Lazzeri
Segretario Questore Consiglio Regionale Toscana
Consigliere Regionale Più Toscana

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.