Categoria: Diritti delle donne

Una donna cinese costringeva le connazionali a prostituirsi a Martina Franca

Continuano le operazioni di controllo nell’ambito del progetto “Comunità sicure”. Proprio nella giornata di ieri, martedì 22 ottobre, gli agenti del Commissariato di Martina Franca, in collaborazione con il Reparto Mobile di Taranto e la Polizia Locale, hanno sanzionato due bar a causa della mancata licenza e dell’assenza della tabella degli orari di apertura. Sanzione amministrativa corrispondente ad alcune migliaia di euro.

One Child Nation: ripensando alla terrificante politica cinese

Gli stati autoritari hanno un modo silenzioso e insidioso di mascherare l’immoralità delle proprie azioni, facendole passare attraverso la cupa raffinatezza di una “semplice sanzione burocratica”. Per un membro del pubblico seduto per il nuovo straziante documentario di Nanfu Wang “One Child Nation”, la precedente politica cinese di consentire un bambino per famiglia (successivamente modificata a due, in caso di una figlia primogenita) si presenta come qualcosa di spaventoso, a volte anche distopico .

Nei campi di internamento cinesi (laogai) le donne uigure vengono sottoposte a sterilizzazione forzata.[video]

Secondo alcuni sopravvissuti, le donne uigure  vengono sterilizzate nei campi di internamento che ospitano prigionieri politici religiosi in Cina .

Il PCC abusa sessualmente delle monache tibetane: il caso di Yachen Gar

 

Espulse dai monasteri, le religiose subiscono violenze e stupri negli orrendi «centri di detenzione»

Donne, neonati e bambini, sono in aumento la tratta di esseri umani verso la Cina

Tra il 2012 ed il 2017 le autorità di Hanoi hanno tratto in salvo circa 7.500 persone. Móng Cái, città di frontiera, è ormai divenuta lo snodo principale per il traffico. Le organizzazioni criminali si servono di “intermediari” per raggirare le tribali che vivono nelle comunità montane. La testimonianza di Phạm Thị Minh T., costretta alla prostituzione quando aveva 17 anni.

Il volto di questa donna è stata bannato in Cina ma la sua denuncia è solo all’inizio e va ascoltata

Gulchehra Hoja è una giornalista di Radio Free Asia ed è stata una delle prime a denunciare la terribile ondata di repressione che gli uiguri stanno vivendo nel territorio dello Xinjiang, nella Cina nord-occidentale. Delle accuse precise e ben documentate, che la coinvolgono personalmente visto che sono 24 i membri della sua famiglia coinvolti in questa situazione di discriminazione razziale senza precedenti.

Reggie Littlejhon al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite a Ginevra: In Cina vi sono gravi abusi riguardo ai diritti della donna!

GINEVRA, SVIZZERA, 27 GIUGNO 2019. L’associazione “Donne senza frontiere” ha ospitato un gruppo di esperti presso il Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite a Ginevra, in Svizzera, insieme all’ organo di controllo sui diritti delle donne delle Nazioni Unite.