- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Diminuisce il transito di merci nei porti di Shanghai e Shenzhen

Pechino, Cina – Crolla il volume delle merci che transitano per i maggiori porti cinesi di Shanghai e Shenzhen, diminuite a dicembre del 6% e del 15,7% rispetto a novembre. La situazione potrà peggiorare, insieme con le esportazioni che lo scorso dicembre sono state inferiori del 2,8% rispetto al dicembre 2007.

Questi porti hanno sempre visto un grande traffico di container, per il trasporto e il deposito di merci. Ma da settembre il traffico ha iniziato a diminuire, riflesso diretto – dicono gli esperti – del calo delle esportazioni e della diminuzione della produzione nell’area del Delta dello Yangtze e del Fiume delle Perle.

La Cina affronta il peggior declino nelle esportazioni da almeno un decennio. Il governo ripete che solo il 30% delle aziende dipende dall’esportazione e cerca di stimolare il consumo interno. Diminuiscono anche le importazioni, scese del 21,3% a dicembre rispetto a un anno prima: studiosi notano l’interdipendenza dei due fenomeni e osservano che oltre la metà delle esportazioni cinesi consiste in manufatti solo assemblati nel Paese con parti importate dall’estero. La bilancia commerciale resta attiva, con esportazioni a dicembre per 111,2 miliardi di dollari e importazioni per 72,2 miliardi, favorita anche dal minor costo di materie prime ed energia. Ma il dato preoccupa le autorità perche’ indica un ulteriore rallentamento dell’economia, che può causare disoccupazione e conseguente malcontento sociale.

Le previsioni non sono rosee: a Shenzhen i container in deposito contenenti merci sono diminuiti del 23% il mese scorso rispetto a dicembre 2007. Segno – dicono gli esperti – che si prevedono ulteriori contrazioni nell’export. Appare lontano l’aumento dei container in transito e in deposito a Shenzhen pari al 14,2% nel 2007 e al 16,2% nel 2006.

Anche se a Shanghai nell’intero 2008 il transito del container è aumentato del 6,8%, secondo porto mondiale per il settore dopo Singapore. E nei 7 maggiori porti cinesi (Qingdao, Tianjin, Xiamen, Ningbo e Dalian, oltre ai 2 ricordati) il transito di container nell’anno è salito dell’8,5% (era stato di +19,8% nel 2007, +21,5% nel 2006).

(Fonte: AsiaNews 14 Gennaio 2009)