Delegazione reggiana in Cina: riaperti e consolidati i rapporti tra Reggio e Rizhao

Tre gruppi di lavoro su economia e ambiente, educazione e università verranno istituiti per rilanciare e consolidare gli scambi tra Reggio Emilia e la città cinese di Rizhao, in vista della formalizzazione di un gemellaggio tra le due città, già legate dal 1995 da un patto di amicizia.

E’ l’esito più significativo della missione svolta dal 3 all’8 novembre scorsi dal sindaco di Reggio Graziano Delrio e da una delegazione reggiana a cui hanno preso parte il senatore Alessandro Carri, promotore dei rapporti con Rizhao, Maria Chiara Zanni dell’Università di Modena e Reggio Emilia, Stefano Zuelli dirigente della Pianificazione strategica e M&A, e Serena Foracchia amministratore unico di Reggio nel Mondo. Una delegazione di Rizhao visiterà Reggio nel 2011. “Con i rappresentanti di Rizhao abbiamo messo a punto un memorandum, che fissa i prossimi passaggi per il rilancio e lo sviluppo delle relazioni tra le due città, rapporti che hanno al centro dei reciproci interessi l’economia, le energie rinnovabili, l’ambiente, l’educazione e la ricerca universitaria. Reggio Children, Iren e l’Università di Modena e Reggio Emilia porteranno avanti concrete ipotesi progettuali di lavoro. Joint venture, ricerca e sviluppo nell’ambito dell’energia e del trattamento dei rifiuti, trasferimento tecnologico e approccio ai temi educativi dell’infanzia sono al centro di un’attenzione reciproca. Basiamo il dialogo sui tratti distintivi di Rizhao e sulle eccellenze di Reggio, dando seguito agli Stati generali anche in questo ambito internazionale. Abbiamo trovato grande sensibilità politica e amministrativa sui temi trattati, importanti per Rizhao, che ha più di tre milioni di abitanti, e per la provincia di cui fa parte, lo Shandong, popolata da 92 milioni di persone”, ha spiegato il sindaco Delrio presentando gli esiti della recente missione, insieme con gli stessi Carri, Zuelli e Foracchia, mentre per l’Università di Modena e Reggio Emilia era presente il prorettore, e responsabile delle relazioni internazionali dell’ateneo, Sergio Paba.
DEMOCRAZIA – “Democrazia e diritti umani – ha aggiunto Delrio – sono temi a noi ben presenti, per nulla secondari. Non taciamo nulla. Nello stesso tempo, prendiamo atto che il mondo cinese sta evolvendo in modo non negativo, seguendo la propria via alla democrazia. Il probabile futuro premier cinese si è espresso in modo molto critico, ad esempio, sui fatti di piazza Tien An Men. Il dibattito è aperto, il nostro atteggiamento è di dialogo, amicizia, collaborazione economica e culturale tra comunità, nel rispetto di questa grande civiltà orientale e certo senza atteggiamenti da ‘primi della classe’, analogamente a quanto facciamo con Fort Worth, città statunitense gemellata con Reggio”.
EDUCAZIONE – “Ho avuto l’opportunità – ha concluso il sindaco Delrio – di presentare il Reggio Approach e l’attività del Centro internazionale Malaguzzi a pedagogisti, insegnanti ed educatori riuniti al Dipartimento per l’educazione di Rizhao: hanno mostrato grande interesse all’argomento e desiderio di portare avanti il discorso educativo con Reggio. L’educazione, in particolare nella fascia 0-6 anni, è un tema molto sentito in Cina in questo periodo e quindi forte attenzione è dedicata all’implementazione dei Servizi prescolari: lo scorso 3 novembre a Pechino il premier cinese Wen Jiabao ha annunciato importanti investimenti nell’educazione prescolare, per rispondere alle esigenze della popolazione”.
INCONTRI – La delegazione reggiana ha incontrato Hou Chengjun commissario del Comitato municipale e vicesindaco di Rizhao, Yang Yun segretario del Cpc, il direttore dell’ufficio Affari esteri di Rizhao Wang Luocheng e i rappresentanti dei dipartimenti economici, istruzione pubblica e tutela ambientale della città cinese. Inoltre, la delegazione reggiana ha visitato una scuola d’infanzia municipale locale, l’Università e i Politecnici di Rizhao, il porto e il nuovo distretto produttivo, il Parco Alta tecnologia di Dong Gang, il Parco Ecologico di Wan Pingkou e numerose imprese locali. “La mia netta impressione – ha detto il senatore Carri – è che, dopo diversi anni dalla nascita del Patto di amicizia, i rappresentanti cinesi abbiamo avuto ben chiaro il fatto che vogliamo fare sul serio. Siamo passati insomma dalle cortesie alle cose concrete. C’è grande attenzione ai temi ambientali, all’industria, all’agricoltura e all’energia, oltre che alla Sanità, al Sociale, per non dire dell’infanzia: il Reggio Approach ha suscitato entusiasmo. La Cina è in forte evoluzione sul piano politico, dei rapporti sociali e sindacali. Ultimamente si sono contati 60.000 stati di agitazione nelle imprese: si pone dunque il tema del confronto anche nel mondo del lavoro”.
UNIVERSITÀ – Le collaborazioni tra Reggio e Rizhao toccano anche l’Università di Modena e Reggio Emilia. “Per noi – ha detto il prorettore Paba – la Cina ha un rilievo strategico, l’ateneo ha rapporti intensi da quattro anni con la Cina. Rizhao presenta un sistema universitario e centri di ricerca molto sviluppati, con un notevolissimo Parco scientifico-tecnologico. I nostri rapporti sono sempre più frequenti su ricerca e scambio tecnologico, in particolare nell’ingegneria e nell’ambiente. Abbiamo riscontrato molto interesse anche per le esperienze pedagogiche reggiane e per il nostro sistema delle piccole imprese”. Paba ha poi sottolineato che “l’interesse dell’Università di Modena e Reggio Emilia per la Cina non può essere separato da quello delle Istituzioni, perciò è certo il nostro impegno a collaborare anche in questo campo con il Comune di Reggio”. Scambi tra studenti e relazioni culturali, ad esempio con organismi come il celebre Istituto Confucio, che promuove nel mondo lo studio e la diffusione della lingua e della cultura cinesi, sono gli altri temi al centro dell’azione dell’ateneo.
IREN – “Abbiamo presentato la nostra società – ha detto il dirigente della Pianificazione strategica di Iren, Zuelli – e registrato un elevato livello di interesse riguardo a sostenibilità ambientale, esperienze di gestione, riduzione dei rifiuti e gestione integrata del ciclo dei rifiuti, fotovoltaico, con presupposti interessanti di condivisione e collaborazione sul settore energetico. Vi sono consistenti possibilità di investimento”.
Rizhao, infatti, è caratterizzata da un’economia fiorente, particolarmente attiva nel campo delle energie rinnovabili e della tutela ambientale, campo rispetto al quale presenta standard di avanguardia. Rizhao, che in cinese significa “la città del sole splendente”, è tra le cinque principali località cinesi per produzione di fotovoltaico. Il 99% dei suoi edifici è dotato di pannelli fotovoltaici e solari termici per il riscaldamento, l’illuminazione delle strade; il funzionamento dei semafori è assicurato dal sole, mentre 6mila abitazioni utilizzano il solare per cucinare e più di 60mila fattorie vanno avanti grazie al sole. Il rapporto “State of the World 2007? del Worldwatch Institute sull’inquinamento del pianeta considera Rizhao una delle migliori 13 città del mondo per progetti innovativi per la tutela dell’ambiente. La città è oggi una porta cinese verso l’Europa, in quanto è uno dei capolinea finali dell’Asia-Europe Continental Bridge, l’immenso corridoio ferroviario lungo 10.900 chilometri che dalla Cina, attraverso l’Asia Centrale, arriva fino ad Anversa e Rotterdam.
REGGIO NEL MONDO – “Vi sono i presupposti – ha concluso Foracchia, amministratore unico di Reggio nel Mondo – per sviluppare collaborazioni intense e concrete tra Reggio e Rizaho, negli ambiti universitario, dell’ambiente e dell’educazione, oltre che negli scambi tra imprese. Si apre quindi una nuova importante fase di lavoro”.

Fonte: Sassuolo 2000, 16 novembre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.