Da Pechino all’Avana dove i dissidenti ancora non hanno voce

L’Unione Sovietica si è sciolta nel dicembre del 1991 sotto il peso, com’è stato detto, dei suoi errori e dei suoi orrori, ma nel mondo vi sono ancora quegli arcipelaghi gulag descritti mirabilmente da Solgenitsin.

Leggi l’articolo su Il Secolo d’Italia

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.