Categoria: Cronaca

Nessuna ‘Soluzione Miracolosa’ per lo smaltimento della plastica in Cina

Il paese potrebbe convertirsi ai prodotti biodegradabili. Ma questo non fermerà la sua inondazione di spazzatura che soffoca gli oceani.

L’avanzata della mafia cinese in Italia. Numeri da brividi

Milano, 1 apr – Sono tanti, tantissimi, i cinesi in Italia, una comunità ramificata e concentrata soprattutto in alcune zone, specie dove le piazze d’affari (di vario genere), sono più floride (Toscana, Veneto e Lombardia su tutte). A Milano e provincia, ad esempio, secondo rilevazioni del 2018, su 459.109 stranieri residenti 38.702 sono cinesi (l’8,4%).

La solidarietà della politica sulle minacce cinesi alla giornalista del Foglio. Il silenzio di Lega e M5s

L’opposizione è unita nel condannare le poco gradevoli parole rivolte a Giulia Pompili dal capo ufficio stampa dell’ambasciata cinese. Il governo davvero lascerà correre così?

Durante l’incontro fra Xi Jinping e Mattarella al Quirinale, un funzionario dell’ambasciata cinese in Italia ha minacciato una giornalista del Foglio

La giornalista del Foglio Giulia Pompili ha raccontato di essere stata intimidita al Quirinale da un funzionario dell’ambasciata cinese in Italia: “Smettila di parlare male della Cina”,“so benissimo chi sei”. Solidarietà da più parti. La libertà di stampa in Cina è un problema

CINA : “Riduzione della povertà”, una farsa cinese

Bugie e inganni nel cuore del comunismo, proprietà distrutte e famiglie devastate solo per nascondere la povertà nelle statistiche ufficiali.

Atene capitale dei criminali cinesi . L’ultimo regalo di Tsipras alla Grecia

Il porto del Pireo si è trasformato in pochi anni nel più importante terminale dei traffici cinesi in Grecia e in Europa. Atene, soprattutto per la crisi finanziaria che l’ha costretta a vendere il suo patrimonio,ha lasciato che il colosso cinese Cosco acquisisse la maggior parte dell’Autorità del porto del Pireo.

La Cina potrebbe aver finanziato ricerca su bambini geneticamente modificati

Il genetista cinese He Jiangkui non ha agito da solo, secondo i documenti scoperti dai giornalisti. Ma alla leadership cinese non conviene riconoscere la presenza di problemi sistemici con l’etica della ricerca.