Corea del Nord, giustiziati i membri del dipartimento dello zio di Kim. Uno ucciso con un lanciafiamme

Smantellato il dipartimento del Partito dei Lavoratori di Jang Song-thaek, l’ex eminenza grigia, zio del
leader Kim Jong-un. 11 alti funzionari giustiziati o internati

Tokyo, 7 aprile 2014 – Dopo aver fatto uccidere lo zio Jang Song-thaek con l’accusa di tradimento, il leader nordcoreano Kim Jong-un ha smantellato il dipartimento del Partito dei Lavoratori, giustiziando o internando 11 alti funzionari che vi lavoravano.

Nella foto Kim Jong-un guarda lo zio Jang Song-thaek (Reuters)

Lo riporta il Chosun Ilbo in base a una fonte anonima, secondo la quale un viceministro sarebbe stato addirittura “bruciato vivo” con un lanciafiamme. Il quotidiano di Seul afferma che si profila una terza epurazione di funzionari fedeli a Jang.

O Sang-hon, viceministro della Pubblica sicurezza, sarebbe stato giustiziato con “un lanciafiamme”, ha detto la fonte, perché ritenuto colpevole di aver trasformato il ministero in una “squadra di protezione personale di Jang”. In particolare avrebbe gestito un ufficio al ministero come fosse un “servizio di sicurezza personale” del ‘capo’, portando contestualmente il suo status allo stesso rango dei funzionari a guardia di Kim Jong-un, il corpo speciale d’elite, veri e propri pretoriani.

Quotidiano.net, 07/04/2014

English version.The Telegraph:
North Korean official ‘executed by flame-thrower’

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.