Corea del Nord, Kim Jong-un fa giustiziare i negoziatori con gli Usa [Video]

Il leader di Pyongyang ha ordinato epurazioni tra i funzionari che hanno partecipato al secondo fallimentare summit con gli Stati Uniti di fine febbraio. Alcuni fucilati altri in campi di prigionia, anche la traduttrice.

Pyonyang, 31 maggio 2019  – Kim Jong-un ha fatto giustiziare i funzionari, secondo lui, responsabili del fallimento del secondo summit con gli Usa di fine febbraio. Il capo negoziatore Kim Hyok-chol, accusa di spionaggio, è stato giustiziato a marzo, mentre Kim Yong-chol, ex braccio braccio del leader nordcoreano è sparito nel nulla da settimane. Fonti sudcoreane sostengono si trovi in un campo di rieducazione.

Il quotidiano sudcoreano Chosun Ilbo, citando una fonte interna, spiega che l’operazione è stata voluta dal supremo leader, che non ha risparmiato critiche neanche l’amata sorella minore Kim Yo-jong, che se l’è cavata con il consiglio “di tenere un basso profilo”.

Kim Jong-un inoltre, sempre a marzo, ha organizzato una epurazione di altri 4 negoziatori di spicco nella trattativa con gli Usa sul nucleare. Kim Hyok-chol, controparte dell’americano Stephen Biegun nella trattativa, è finito davanti al plotone d’esecuzione con altri quattro funzionari senior, con l’accusa di aver spiatoper conto degli Usa.

Kim Yong-chol, interlocutore del segretario di Stato Mike Pompeo, secondo le fonti dei media sudcoreani, è ai lavori forzati nella provincia di Jagang, mentre Kim Song-hye del Dipartimento del Fronte Unito è finita in un campo per prigionieri politici. In un campo di “rieducazione” anche l’interprete del leader, Shin Hye-yong. La donna è stata accusata di aver “macchiato l’autorità” di Kim per un errore ad Hanoi durante il suo lavoro di traduzione: non avrebbe tradotto la nuova proposta del dittatore quando Donald Trump annunciava che non c’era “nessun accordo”, e abbandonando così il tavolo del summit.

POMPEO TACE: STIAMO VERIFICANDO – Il segretario di Stato, Mike Pompeo, che personalmente ha conosciuto Kim Hyok Chol, non risponde a chi gli chiede un commento sulla notizia delle epurazioni della Corea del Nord. “Ho saputo quelle notizie. Stiamo verificando”, si è limitato a dire il capo della Diplomazia americana, dopo aver incontrato a Berlino il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas.

Fonte: Quotidiano.net,31/05/2019

English article: The New York Times:

North Korea Executed and Purged Top Nuclear Negotiators, South Korean Report Says

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.