Corea del Nord: farmaci donati da organizzazioni umanitarie venduti nei mercati locali.

Farmaci donati per la Corea del Nord da parte delle Nazioni Unite e di gruppi di aiuto internazionali stanno finiscono nei mercati locali e venduti a prezzi inferiori a quelli di contrabbando provenienti dalla vicina Cina.

I farmaci sono destinati per le cliniche ed orfanotrofi, ma vengono gestiti da funzionari corrotti i quali li rivendono.

(Nella foto camion sud-coreani consegnano aiuti della croce rossa in Corea del Nord 21 Settembre 2012)

I farmaci sono noti come “UN medicine” per mascherare la loro provenienza , in quanto i clienti temono di essere etichettati come “reazionario” se sono fermati con le merci dagli acerrimi nemici della Corea del Nord .

I prezzi dei farmaci sono inferiori a quelli proposti da operatori provenienti dalla Cina.

Un residente locale ha affermato che le forniture provenienti da donazioni , anche se disponibili nei mercati locali, risultano sempre essere troppo costosi per la maggior parte dei nord-coreani e se lo possono permettere solo i ricchi, e che questo tipo di medicinali dovrebbe essere confiscato.

“Ufficiali militari di alto rango o funzionari di governo sono i primi beneficiari dei farmaci forniti gratuitamente dalla comunità internazionale”.

Aiuti esteri

La Corea del Nord ha ricevuto più di 2 miliardi di dollari in aiuti esteri da parte delle agenzie delle Nazioni Unite e una manciata di agenzie umanitarie private autorizzate dal 2003, compresi cibo, medicine, forniture di trattamento delle acque, e di altre forme di assistenza.

Secondo la Assiciated Press i farmaci sono molto richiesti in Corea del Nord, più del 80 per cento delle cliniche soffrono di carenze croniche di medicinali e di forniture a tutti i livelli del sistema. La distribuzione dei medicinali è sotto il totale controllo del governo.

Il sequestro di aiuti donati alla Corea del Nord è stata un punto chiave del dibattito nella comunità umanitaria internazionale. Alcune organizzazioni sostengono che l’assistenza non deve essere inviata se va ai membri più privilegiati del regime autoritario.

Lavorare di nascosto

Alcuni gruppi umanitari lavorano segretamente per fornire medicine, cibo o altri materiali di consumo direttamente a popolazioni emarginate in Corea del Nord per evitare il rischio che le forniture possano finire nelle mani dei funzionari corrotti.

Un rappresentante di un gruppo religioso che ha distribuito farmaci per la Corea del Nord in segreto per 10 anni, ha affermato che i medicinali inviati pubblicamente dalla comunità internazionale per la nazione utilizzato in gran parte per “sostegno per il regime nordcoreano.”

Radio Free Asia, 05/11/2013

Solo la medicina ha inviate segretamente potrebbero aiutare coloro che sono ai gradini più bassi della società.

English Version:
http://www.rfa.org/english/news/korea/medicine-11042013174758.html

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.