Cooperazione Cina-Arabia Saudita: legami piu stretti

L’11 febbraio ricorre la seconda giornata della visita del Capo di Stato cinese Hu Jintao in Arabia Saudita. Lo stesso giorno il presidente cinese ha visitato i progetti di cooperazione tra le imprese e gli istituti di ricerca cinesi e quelli sauditi. Ecco di seguito un reportage dettagliato in merito dal nostro corrispondente a Riad.

La mattina dell’11 febbraio, ora locale, Hu Jintao ha raggiunto i siti di produzione della società di cemento di Riad, situati nella parte ovest della città, a 75 km dal centro. Si tratta di una fabbrica di cemento costruita dalla società a responsabilità limitata di ingeneria internazionale cinese. Presso la sala centrale, Hu Jintao ha chiesto in dettaglio la situazione della linea di produzione.

La maggior parte delle materie edili dei paesi del Medio Oriente, come il cemento, dipendono dalle importazioni. I vari paesi del Medio Oriente, fra cui l’Arabia Saudita, prestano particolare attenzione all’innalzamento della capacità di produzione autonoma. Finora, la società a responsabilità limitata di ingeneria internazionale cinese, avendo già raggiunto un livello avanzato internazionale nella tecnologia autonoma, ha firmato con l’Arabia Saudita dei contratti per il progetto di 7 linee di produzione di cemento, di cui 5 sono entrate in produzione. Dopo che tutte e 7 entreranno in fabbricazione, la produzione occuperà circa il 40% di quella totale del paese.

Negli ultimi anni, gli ambiti di cooperazione tra Cina e Arabia Saudita non riguardano soltanto il commercio, le risorse energetiche, l’appalto di progetti e gli investimenti reciproci, ma anche il settore della ricerca scientifica è diventato un punto centrale della cooperazione tra le due parti. L’11 febbraio, Hu Jintao ha anche visitato il piano di ricerca Cina-Arabia Saudita del genoma del dattero, il primo progetto dopo la firma dell’accordo del quadro di cooperazione tecnologica tra i due paesi.

Il dattero è la coltura più importante del Medio Oriente e dell’Africa settentrionale, la cui produzione in Arabia Saudita occupa il 15% di quella totale del mondo intero. Il piano di ricerca Cina-Arabia Saudita del genoma del dattero, elaborato comunemente dall’Istituto del genoma dell’Accademia cinese delle scienze di Beijing insieme alla parte saudita è un progetto di ricerca sulla scienza della vita con il più grosso investimento da parte del governo dell’Arabia Saudita, e allo stesso tempo è una decisione strategica dell’Arabia Saudita per la promozione dello sviluppo della scienza della vita e della tecnologia biologica del paese. Questo piano di ricerca mira a realizzare la plofilassi delle malattie delle piante, migliorando la qualità ed elevando la produzione del dattero tramite l’analisi del suo genoma. A partire dall’anno scorso, 11 addetti cinesi hanno lavorato per 6 mesi nella Città tecnico-scientifica, e si prevede che le due parti completino il piano di ricerca entro 3 anni. Per l’occassion,e le due parti pubblicheranno al mondo intero la carta di formazione del genoma del dattero.

Il responsabile della parte cinese, il vice direttore dell’Istituto del genoma dell’Accademia cinese delle scienze, Chang Yujun, ha illustrato a Hu Jintao la futura pianificazione della cooperazione tra le due parti. Egli ha detto:

“Le due parti stabiliranno un istituto congiunto di ricerca, che sarà una piattaforma di ricerca permanente, per elevare principalmente il livello di ricerca dell’Arabia Saudita sulla scienza vitale. Né l’Arabia Saudita né la Cina posseggono un centro di informazione biologica a livello statale. La parte cinese è in possesso di una grande esperienza nel settore dell’informazione biologica, pertanto occorre questo centro di ricerca per trasformare tali informazioni in conoscenza, affinchè la società le possa utilizzare appieno. Inoltre abbiamo molti nuovi progetti di ricerca.”

Hu Jintao ha espresso un grande apprezzamento per l’impegno degli scienziati cinesi. Quanto alla cooperazione scientifica e tecnologica tra Cina e Arabia Saudita, egli si è così espresso:

“Sia il governo cinese che il governo saudita prestano grande attenzione allo sviluppo della scienza e della tecnologia e alla cooperazione scientifica e tecnologica tra le due parti. Spero sinceramente che gli scienziati dei due paesi ottengano pieno successo nel progetto del genoma del dattero, e la Cina intende promuovere insieme all’Arabia Saudita la cooperazione in ambito scientifico e tecnologico.”

CRI online, 12 febbraio 2009

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.