Conferenza mondiale su Internet in Cina: le aziende collaboreranno alla repressione?

Si sta svolgendo in questi giorni, nella città cinese di Wuzhen, la III Conferenza mondiale su Internet.

Per il terzo anno consecutivo, ed è davvero un paradosso, si parla di Internet in un summit mondiale proprio in uno dei paesi in cui l’accesso alla rete è più sorvegliato e limitato.

Il paese dove Drulko, un blogger tibetano, è stato condannato a tre anni per “incitamento al separatismo”, unicamente per aver postato una foto in cui si vedeva una forte presenza di soldati di fronte a un tempio buddista e per aver condiviso la notizia di possibili colloqui tra le autorità cinesi e il Dalai Lama.

Una settimana prima dell’inizio della Conferenza, per di più, è entrata in vigore una nuova, durissima legge sulla sicurezza online che richiederà a tutte le aziende che operano in Cina di applicare una censura senza precedenti e di fornire informazioni personali in assenza di sufficienti garanzie a protezione della libertà d’espressione e del diritto alla privacy.

Invano, prima dell’approvazione, Amnesty International aveva raccomandato al legislatore cinese una serie di emendamenti per rendere il testo compatibile con gli standard internazionali sui diritti umani. Ne avevamo parlato anche in questo blog.

In sintesi, alle aziende occidentali che intenderanno lavorare sul mercato cinese provando a contrastare i due giganti nazionali Tencent e Sina, la nuova legge chiede di collaborare alla repressione e alla censura, fornendo l’accesso a dati sensibili e alla cosiddetta “infrastruttura critica” e cancellando post e altri contenuti “sensibili” (ossia, che urtano la sensibilità delle autorità di Pechino).

Se accetteranno, da fornitrici di servizi per una struttura libera e globale diventeranno guardie di sorveglianza per conto delle autorità cinesi e così facendo porranno a rischio i diritti di persone che li esercitano del tutto legittimamente.

Corriere della Sera,17/11/2016

English article,The Washington Post:

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.