Concorso internazionale “Giornalisti del Mediterraneo”

“L’inchiesta sui pomodori con gli “occhi a mandorla” è un esempio di giornalismo di indagine e di denuncia che dovrebbe campeggiare in ogni manuale di insegnamento di regole per la professione”. Con questa motivazione è stato assegnato a Massimiliano Chiavarone la Menzione Speciale Città di Bari per la carta stampata nell’ambito della terza edizione del Concorso Internazionale “Giornalisti del Mediterraneo” per l’inchiesta “L’invasione dei pomodori con gli occhi a mandorla” pubblicata dal Giornale. Il premio è stato promosso dall’Associazione “Terra del Mediterraneo”, in partnership con Europuglia, portale di promozione delle attività e dei progetti del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia. L’indagine aveva lo scopo di documentare e approfondire il fenomeno dell’invasione dei prodotti alimentari cinesi nel mercato italiano, colpendo in particolare alcuni ortaggi come il pomodoro, la cui coltivazione e lavorazione è emblema del Made in Italy. Nel contempo mirava a  far luce sullo sfruttamento del lavoro forzato in Cina e denunciato dalla sede italiana della Laogai National Foundation.
La vincitrice assoluta della competizione è Chiara Aranci, iscritta al Master di Giornalismo dell’Università Luiss di Roma. Gli altri vincitori sono: Alessio Lasta del TG2 Rai, sezione “Economia e Politica Internazionale”; Rosanna Campisi del settimanale Marie Claire, sezione “Donne e Integrazione Sociale”; Emanuela Zuccalà del settimanale Io Donna, sezione “Carceri e Diritti Umani”; Isa Grassano del settimanale I Viaggi di Repubblica, sezione “Turismo Religioso e Promozione del Territorio”. La Medaglia di Bronzo del Presidente della Repubblica per il Premio Giuria è andata invece a Maria Pirro del settimanale (Panorama). La Medaglia di Bronzo del Presidente del Senato è stata attribuita a Vittorio Romano e Giuseppe Ciulla (L’Espresso) mentre la Medaglia di Bronzo del Presidente della Camera è andata a Marianna Castellucci (Vivere Sani&Belli).
La premiazione si terrà a Bari presso lo Sheraton Nicolaus Hotel il 10 giugno. Durante la serata saranno assegnati anche i premi “Caravella del Mediterraneo 2011”, attribuiti quest’anno a Luigi Contu (Ansa); Riccardo Iacona (Rai Tre) Daniele Mastrogiacomo (La Repubblica); Gabriele Torsello (giornalista di guerra);  Aldo Sofia (Televisione Svizzera Nazionale); Gino Falleri (Presidente Gus); Giuseppe De Tomaso (Gazzetta del Mezzogiorno);  Padre Gianfranco Grieco, (L’Osservatore Romano). Premio alla Memoria a Pietro Virgintino (Gazzetta del Mezzogiorno).
“La qualità, il numero e la provenienza dei lavori iscritti al concorso – spiega Tommaso Forte, giornalista e organizzatore del Premio – sono la migliore conferma possibile sulla bontà dei temi scelti quest’anno.”
“Abbiamo sostenuto questo Premio sin dalla sua prima edizione – aggiunge Bernardo Notarangelo direttore Area Organizzazione e Riforma e dirigente del Servizio Mediterraneo della Regione Puglia – perché per noi rappresenta un punto d’arrivo oltre che uno strumento per rilanciare la sfida del Mediterraneo”.
“Un’Italia di fiducia e di coraggio viene fuori dagli articoli e dai servizi televisivi e web presentati per questa terza edizione del concorso – rimarca Lino Patruno, Presidente della Giuria – un’Italia silenziosa e sommersa della solidarietà, dell’aiuto ai più deboli, del rispetto dei diritti di tutti. Di rilievo la presenza delle scuole di giornalismo e significativa la partecipazione di giornaliste donne.”

Gianluca Lomuto

Guarda anche l’intervista a Massimiliano Chiavarone cliccando qui

Fonte: Giornalisti del Mediterraneo, 8 giugno 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.