Clima: i prodotti fatti in Cina non fanno bene all’ambiente

I prodotti realizzati in Cina non fanno bene all’ambiente e anzi stanno potenzialmente accelerando i cambiamenti climatici.

A dirlo e’ uno studio condotto dalle Universita’ di Harvard, del Maryland e della California – Irvine, che ha dimostrato come i beni fatti in questo Paese sono associati ad emissioni di CO2 molto piu’ alte rispetto agli stessi prodotti realizzati altrove. La ricerca e’ stata pubblicata su Nature Climate Change. “L’incredibile aumento della produzione cinese negli ultimi 15 anni ha guidato l’economia mondiale verso nuove dimensioni e ha fornito ai consumatori dei Paesi sviluppati enormi quantita’ di merci a basso costo”, ha detto Steven J. Davis, dell’Universita’ della California – Irvine, “ma tutto questo ha avuto costi rilevanti per l’ambiente”.

I ricercatori attribuiscono l’alta intensita’ di emissioni cinesi – cioe’ la quantita’ di CO2 emessa per ogni dollaro di beni prodotti – ai processi di produzione troppo antiquati e alla dipendenza dal carbone. In particolare, i ricercatori hanno studiato i settori industriali e le regioni note per l’alta intensita’ di emissioni, come le acciaierie, impianti petrolchimici e minerari nella provincia del Guizhou, dello Yunnan e di Shanxi, la Mongolia interna e nelle regione di Ningsia. Secondo i ricercatori, i Paesi sviluppati potrebbero contribuire al taglio del carbonio migliorando i processi di produzione industriale in queste aree.

Meteo web,29/09/2015

English article,Terra Daily:

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.