CINA: Le autorità censurano le notizie sull’attentato alla stazione di Kunming

Reporter Senza Frontiere (RSF) condanna la censura che le autorità cinesi hanno imposto sui media in seguito all’attacco alla stazione centrale di Kunming, nella provincia sud-occidentale dello Yunnan, il 1 ° marzo.

La seguente direttiva è stata inviata ai media:

Ufficio Informazioni del Consiglio di Stato: I media che diffondono notizie sull’incidente che si è verificato il 1 marzo presso la stazione ferroviaria di Kunming devono rispettare rigorosamente le informazioni divulgate da Xinhua News Agency  o le notizie fornite dalle autorità locali. Non evidenziare gli eventi con grandi titoli, non pubblicare delle foto raccapriccianti. Si prega di rispondere e confermare di aver ricevuto questo messaggio. Grazie.

Il capo della ricerca Lucie Morillon di RSF ha dichiarato:”Deploriamo questo uso della censura dopo l’attentato”. “Ai media è stato imposto di utilizzare usare solo la versione ufficiale fornito dall’agenzia di stampa nazionale Xinhua. Questo è intollerabile.”

“Chiediamo alle autorità di garantire la completa trasparenza su questo incidente e sui progressi nelle indagini. E’ fondamentale ai giornalisti permettere di svolgere il loro lavoro senza alcun ostacolo e di dare la possibilità alle persone di avere libero accesso alle complete notizie senza alcuna limitazione. “

La censura ha suscitato alcuni commenti ironici da parte dei microbloggers cinesi. “E ‘come se nulla fosse accaduto a Kunming,” ha scritto Ye Taijin. “Se non avessimo Weibo e WeChat, vivremmo ancora in un mondo illusorio felice come quello mandato in onda al telegiornale della sera di China Central Television “

Queste misure di censura ricordano quelle messe in atto dopo l’ incidente in piazza Tiananmen nell’Ottobre scorso , in cui una vettura è stata lanciata a folle velocità sui pedoni e ha preso fuoco. Dal Reporters Sans Frontiers nel 2014 ,la Cina è stata classificata al 175 ° su 180 paesi sulla libertà di stampa .

English version Reporters Without Borders,04/March/2014

AUTHORITIES CENSOR COVERAGE OF KUNMING STATION ATTACK

Articoli correlati:
Massacro di Kunming, 29 vittime: la Cina accusa gli uighuri

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.