- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Cina/latte: processo per melamina, nove alla sbarra

Pechino, Cina – Nove persone sono comparse oggi davanti al tribunale di Shijiazhuang, nel nord del Paese, dove si è aperto un altro processo per la vicenda del latte adulterato con la melamina, la sostanza tossica che in Cina ha provocato la morte di sei bambini e l’avvelenamento di altri 300.000 (di cui 154 sono ancora in gravi condizioni).

Sempre a Shijiazhuang, dove la principale compagnia al centro dello scandalo – la Sanlu Group Co – ha il suo quartier generale, venerdì scorso si è aperto un primo processo contro sei persone. Tutti i 15 imputati sono accusati di aver prodotto e venduto alimenti – in particolare latte in polvere – adulterati con melamina (sostanza chimica di solito utilizzata per la produzione di colle e plastica) per far apparire il latte più ricco di proteine. Imputazioni più gravi per quattro persone Gao Junjie, sua moglie Xiao Yu, Xue Jianzhong e Zhang Yanjun, accusati di attentato alla salute pubblica, che rischiano condanne dai 10 anni di detenzione alla pena capitale.

Il processo a carico della presidente e general manager della Sanlu’s, Tian Wenhua, comincerà dopodomani in un’aula del tribunale di Shijiazhuang.

Intanto ieri sono stati concessi i primi risarcimenti per i danni cauasti dal consumo di latte alla melamina. Alcune famiglie dei bambini cinesi avvelenati hanno ricevuto 2.000 yuan, l’equivalente di circa 206 euro. Lo hanno annunciato i legali delle famiglie sottolineando che i risarcimenti concessi dalle 22 società sotto accusa “seppure benvenuti” sono “insufficienti e ingiusti”. Secondo Chang Boyang, un legale di Henan, si tratta di un primo passo verso la giusta direzione ma è necessario “che le famiglie delle vittime siano consultate durante il processo”.

(Fonte: APCOM apparso su virgilio notiziehttp://notizie.alice.it/notizie/esteri/2008/12_dicembre/29/latte_cina_al_via_altro_processo_per_melamina_nove_alla_sbarra,17384175.html) [1]