Cina: uomo giustiziato per aver ucciso due funzionari della pianificazione familiare

E’ stato giustiziato in Cina l’uomo che nel 2013 ha accoltellato e ucciso due funzionari della pianificazione familiare e ferito altri quattro. L’uomo, He Shenguo, della provincia di Guangxi, non era in grado di pagare la multa per avere avuto “illegalmente” il suo quarto figlio e così i funzionari gli avevano negato la registrazione del bambino. Queste multe possono essere fino a dieci volte lo stipendio annuo di una persona e fuori dalla portata di molti in Cina.

Reggie Littlejohn, presidente di Women’s Rights Without Frontiers, ha dichiarato: “Questa tragica situazione dimostra che la politica sulle nascite in Cina non devasta solo le donne, ma anche gli uomini e ai bambini “Illegali”, nati senza un permesso di nascita gli è negata il certificato di nascita, e non possono così  beneficiare di assistenza sanitaria o di istruzione, non possono ottenere un passaporto o una patente. Essi non saranno ufficialmente in grado di sposarsi o di avere un lavoro. Per quanto riguarda il governo cinese , questi bambini non esistono.


Fonte: Women’s Rights Without Frontiers, 20 nov 15

English article: China: Man executed for killing two family planning officials

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.