Cina, timori per dissidente Huang

Organizzazioni per i diritti umani cinesi hanno denunciato che l’attivista dissidente cinese Huang Li sarebbe stato rilasciato ieri ma subito portato in una casa segreta in una sorta di arresti domiciliari con la sua famiglia.Secondo quanto ha detto la moglie Zeng Li, la polizia le ha vietato di accogliere il marito all’uscita dal carcere. Per Radio Free Asia,la polizia ha nascosto Huang insieme alla famiglia, come gia’ accaduto ad altri dissidenti.

Fonte: Ansa.it, 11 giugno 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.