CINA-Tibet: “Quattro contadini picchiati selvaggiamente, si sono rifiutati di vendere le loro terre al Governo cinese”

Quattro poveri contadini tibetani sono stati selvaggiamente picchiati da funzionari cinesi dopo essersi rifiutati di vendere le loro terre nella contea di Zamthang al Governo cinese.

Tarey Kyi, Samlha, Ratna Dhargay e Lukyi hanno subito lesioni gravi a causa delle percosse, Samlha è in condizioni critiche.

Le autorità cinesi hanno ordinato ai tibetani di vendere la loro terra per progetti governativi e per il business.

I tibetani sono stati minacciati di gravi conseguenze, tra cui la confisca delle terre.

L’anno scorso, decine di tibetani hanno protestato per circa un mese contro l’appropriazione forzata del governo cinese delle loro terre nella contea di Ngaba .

Nel 1986, ai tibetani erano stati promessi posti di lavoro da parte del governo in cambio della loro terra e la costruzione di macelli bovini con i relativi impianti di stoccaggio

Dossier Tibet,01/01/2015

English version,Dossier Tibet, click here: Tibet : Tibetans beaten up for refusing to sell land

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.