CINA: “ Si conferma anche nel 2012 , leader mondiale delle esecuzioni capitali.

Un aspetto malvagio dell’inferno cinese riguardante il culto oscuro del PCC ed i loro partner internazionali è che non riescono a celare il fatto che la Cina detiene il barbaro primato mondiale di esecuzioni capitali. Tale risultato è stato mantenuto dall’evoluzione dei farmaci anti rigetto tipo Ciclosporina-A, utilizzati nell’infame commercio degli organi dei condannati a morte.

Secondo il rapporto annuale 2013 di Amnety International nei primi cinque paesi in cui, nel 2012, sono avvenute esecuzioni sono, nell’ordine: Cina, Iran, Iraq, Arabia Saudita e Stati Uniti, seguiti dallo Yemen.

Le cifre sulle esecuzioni in Cina sono segrete, ma si stima che il loro numero superi quello di tutti gli altri paesi messi insieme.

Il governo di Pechino è tristemente famoso per non rivelare le statistiche sulle esecuzioni capitali. Le cifre ufficiali si sono sempre rivelate sottostimate, e oggi Amnesty effettua una stima del numero di esecuzioni in Cina basandosi sulle denunce delle organizzazioni per i diritti umani e sui resoconti dei media più affidabili. Per il 2012, si stima che in Cina siano state giustiziate diverse migliaia di persone ( 5.000), contro un totale di “soli” 682 esecuzioni capitali nel resto del mondo..

La pena di morte viene comminata non solo per efferati delitti contro le persone, ma anche per semplici reati quali ad esempio, quelli contro il patrimonio.

La polizia cinese viene appositamente addestrata all’uso di farmaci  e  alla  fucilazione.

La fucilazione è eseguita di frequente davanti ad un pubblico appositamente convocato che include studenti universitari, scolaresche delle scuole medie e parenti dei condannati, cui inoltre spetta l’onere di pagare il costo delle pallottole usate contro i loro congiunti.

Continua dai tempi di Mao Zedong l’uso di trasportare i condannati al luogo dell’esecuzione su autocarri scoperti. Tutti quelli che assistono debbono meditare sulle tragiche conseguenze cui conduce trasgredire la legge, giusta o ingiusta che sia.

Incutere il terrore al popolo è il primo scopo delle esecuzioni capitali rafforzato dall’espianto degli organi forzati dei condannati a scopo di lucro, senza il consenso delle vittime o dei parenti. I corpi “ plastinati “ dei condannati vengono utilizzati nelle macabre “ Bodies the Exhibition» la mostra di cadaveri plastificati che attraversano le principali città del mondo.

Di recente anche in Italia , sono state allestite questo tipo di deplorevoli e disgustose mostre.

Gli organi vengono spesso espiantati immediatamente dopo l’esecuzione in apposite ambulanze o in furgoni della morte (v.foto)

Gianni Taeshin Da Valle, LRF Italia, 17/09/2013

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.