Cina-Shaanxi: Crimini commessi dal direttore dell’Ufficio 610 di Xi’an e dai suoi complici

Negli ultimi 20 anni di brutale repressione del Falun Gong in Cina, l’Ufficio 610 ha svolto un ruolo fondamentale nel dirigere la persecuzione di questa antica pratica di coltivazione tradizionale cinese. Ha coordinato la persecuzione dei praticanti partendo dalle istituzioni di alto livello, come il comitato centrale del partito comunista cinese (PCC), fino a quelli dei livelli più bassi, come il comitato di vicinato.

Foto 1: Jin Yongjun, vicedirettore dell’Ufficio 610 di Xi’an

Foto 2: Liu Yunshan, vicedirettore dell’Ufficio 610 di Xi’an

Foto 3: Jia Yangxun, direttore dell’Ufficio 610 di Xi’an nello Shaanxi

Foto 4: Wu Guoping, vice ispettore dell’ufficio 610 di Xi’an

Nell’elenco dei responsabili delle violazioni dei diritti umani dei praticanti del Falun Gong, presentato a vari governi occidentali a settembre di quest’anno, molti sono agenti dell’Ufficio 610.

Di seguito c’è un rapporto consegnato recentemente al sito web Minghui su Jia Yangxun, direttore dell’ufficio 610 di Xi’an, nello Shaanxi. Jia, sulla cinquantina, è anche Vice Segretario della Commissione Affari Politici e Legali di Xi’an del PCC (PLAC). L’uomo, servendosi degli ufficiali del sistema giudiziario (polizia, procura, giustizia), ha fatto saccheggiare le case dei praticanti, e li ha fatti arrestare e condannare nelle carceri e nei centri di lavaggio del cervello. Inoltre ha attivamente calunniato il Falun Gong con una propaganda di odio e messo molte persone contro questa pacifica pratica.

Numerose attività diffamatorie avvenute nel 2017

L’8 marzo 2017 Jia Yangxun ha fatto affiggere dei manifesti diffamatori contro il Falun Gong nel distretto di Weiyang, oltre a far distribuire borse, grembiuli, opuscoli e carte familiari con l’incisione della stessa propaganda di odio.

Il 16 marzo dello stesso anno numerosi funzionari si sono recati alla fiera di strada del villaggio di Zhaizi a Zhouzhi, per diffondere calunie sul Falun Gong. Fra questi vi era il personale dell’ufficio 610 di Xi’an, tra cui Jia, Liu Yunshan (vicedirettore), Jin Yongjun, Wu Guoping (vice ispettore), nonché i rappresentanti della contea di Zhouzhi, Zhu Jianping (segretario del partito PLAC) e Li Mao (direttore dell’ufficio 610). Tutti insieme hanno organizzato, reclutando alcune persone, scenette comiche e altri programmi per diffamare il Falun Gong di fronte a circa mille residenti locali, oltre a mobilitare studenti di scuole elementari per far firmare loro uno striscione contro di esso.

Il 25 aprile dei funzionari hanno tenuto attività per denigrare il Falun Gong nella comunità di Xijing. Queste persone sono Jia, Yu Huixia (leader del Team di ispezione della disciplina del PLAC), Li Jianbo (vicedirettore del dipartimento di polizia), nonché gli ufficiali del distretto di Yanta Ma Xiang (segretario del partito del PLAC di Yanta) e altri.

Oltre cinquecento persone provenienti da centocinquantotto comunità di Xi’an hanno partecipato a questo evento. Nella piazza sono stati installati schermi digitali, appesi striscioni e sono stati affissi più di venti manifesti, inoltre il dipartimento di polizia di Xi’an ha anche inscenato alcune recite.

Il 5 maggio diverse istituzioni hanno organizzato eventi di lavaggio del cervello nella comunità Jingwei di Changqing, una divisione della compagnia petrolifera di PetroChina. Coloro che hanno preparato l’evento sono: l’ufficio 610 di Xi’an, il dipartimento di polizia di Xi’an, il Gruppo artistico della polizia di Xi’an, e il personale dell’ufficio 610 del distretto di Gaoling. Hanno partecipato all’avvenimento Jia, Wu Guoping e Wang Jian (segretario del Partito di controllo del PLAC).

Guardato da oltre duemila residenti di Jinghe Industrial Park, lo Xi’an Art Group ha eseguito canti, balli, scenette e altri programmi per denigrare il Falun Gong. Oltre ai manifesti, il personale dell’Ufficio 610 di Xi’an ha distribuito duemila opuscoli diffamatori.

Un altro evento ha avuto luogo il 13 settembre 2017, presso la scuola elementare sperimentale, affiliata alla Shaanxi Normal University. È stato ospite l’Ufficio 610, il dipartimento di polizia e il dipartimento di istruzione. Tra i funzionari presenti, vi erano: Jia, Li Jianbo, An Guanghao (vice ispettore del dipartimento dell’istruzione di Xi’an), Wang Jun (vice segretario del partito) e Shangguan Yongjun (segretario del partito PLAC) del distretto di Lianhu.

Quando il Police Arts Group e la Cygnet Art Troupe di Xi’an si esibivano in balli e scenette per caluniare il Falun Gong, c’era un pubblico di più di cinquecento persone. Agli studenti è stato anche ordinato di firmare gli striscioni che attaccavano il Falun Gong e Jia ha anche imposto di avviare attività contro di esso nelle scuole elementari e secondarie della città di Xi’an.

Durante la Fiera tecnologica agricola cinesea Yangling del 2017, sono stati eseguiti circa duecento programmi diffamatori.

Oltre centomila persone coinvolte

Oltre agli eventi sopra descritti, l’Ufficio 610 di Xi’an ha anche svolto numerose attività che hanno coinvolto le agenzie governative, le aziende e le zone rurali.

Il 14 novembre 2017 a Huashan sono stati affissi oltre ottanta manifesti e striscioni che denigravano il Falun Gong. Gli agenti del dipartimento di polizia di Xi’an, dell’ufficio 610 del distretto di Xincheng e dell’ufficio di giustizia di Xincheng hanno distribuito materiale diffamatorio e sono stati trasmessi molti programmi contro la disciplina.

I materiali denigratori sono stati distribuiti e affissi anche nelle imprese di Gaoling, Huyi, Yanliang e altri distretti. I funzionari di Weiyang hanno distribuito oltre sessantacinquemila dei materiali a circa seimila imprese in cinque importanti mercati di materiali da costruzione.

Un ufficiale del gruppo di Police Arts Group di Xi’an ha dichiarato di aver preparato dodici spettacoli contro il Falun Gong, per un pubblico di circa centomila persone.

I video diffamatori sono stati proiettati più volte. Solo a Lintong, sono stati mostrati più di duecento volte, a circa l’80% della popolazione, e a Baqiao, sono stati trasmessi più di centoventi volte.

Istituti di formazione

Il 10 maggio dell’anno scorso l’Ufficio 610 di Xi’an ha tenuto un dibattito pubblico per attaccare il Falun Gong all’Università delle Arti e delle Scienze di Xi’an. Più di cento studenti e membri della facoltà hanno partecipato all’evento. Inoltre i funzionari hanno organizzato attività simili nelle scuole elementari, secondarie e in altre facoltà universitarie.

Il 25 ottobre il PLAC e l’ufficio 610 di Xi’an hanno organizzato un evento presso la Northwest University of Politics and Law. Gli studenti presenti erano più di cinquecento e c’erano anche, Jia e Yang Zongke, presidente dell’università. Durante le attività, gli agenti, hanno distribuito pubblicazioni e articoli pubblicati sui social media (WeChat e Weibo) contro il Falun Gong, oltre all’organizzazione di vari spettacoli diffamatori.

Il 15 maggio si è svolto un evento di fitness in piazza Wanda, organizzato dall’Ufficio 610 e dall’Ufficio culturale e sportivo di Beilin. Jin Yongjun dell’Ufficio 610 di Xi’an e Zhang Fengtao, capo dell’Ufficio 610 di Beilin, hanno tenuto discorsi per diffamare il Falun Gong. Sono stati inoltre distribuiti materiali diffamatori come opuscoli, volantini e borse.

Arresto e detenzione

Sotto l’ordine dell’Ufficio 610 di Xi’an, molti praticanti del Falun Gong sono stati arrestati, detenuti e imprigionati.

Il 22 marzo 2017 più di cinquanta praticanti sono stati arrestati nei pressi di Beiguan nel distretto di Lianhu. Questo è stato il più grande arresto di massa a Xi’an e la maggior parte dei praticanti sono stati portati nel centro di lavaggio del cervello di Baqiao.

Liu Liurong, una praticante di sessant’anni, il 22 marzo 2017 aveva fatto visita ad un’amica. Tuttora non si sa in quale carcere si trovi.

A novembre scorso Ma Yunhua è stata convocata in tribunale. Sua sorella ottantenne, sorda, e suo nipote affetto da una malattia cronica, hanno chiesto il suo rilascio. Tuttavia il 22 agosto è stata condannata a nove anni di reclusione e multata di 20.000 yuan (circa 2.500 euro).

Il praticante Li Dang è stato arrestato nel marzo 2016 ed è ancora detenuto nel centro di detenzione di Lianhu. Quasi tutte le settimane i suoi genitori anziani si recano in tribunale per chiedere al giudice Wu Xiangguo di rilasciare il figlio. Ma, ogni volta, i funzionari ripetono di essere in attesa di una decisione “dall’alto”. Il primo dicembre 2016 si è svolta l’udienza e l’unica prova presentata dal pubblico ministero è stata una denuncia penale da parte di una persona di nome Li, un sostenitore dell’ex capo del regime comunista Jiang Zemin, noto per aver lanciato la persecuzione contro il Falun Gong.

Il 13 ottobre 2017 Yang Xiaodong è stato arrestato a casa sua e il 23 novembre 2017 è stato emesso un mandato di arresto. Il suo caso è stato trasmesso al procuratore di Lianhu il 2 gennaio 2018, ed è ancora detenuto nel centro di detenzione di Xincheng.

Il 13 luglio 2014 Ma Suifang[1] è stata arrestata a Dizhai, nel Baqiao, mentre insieme ad un’altra praticante chiarivano la verità sul Falun Gong. È stata portata al centro di lavaggio del cervello di Xuanpingyuan a Xi’an.

Chen Mingan e sua moglie, Huo Meilian, sono stati arrestati molte volte. L’ultimo arresto è avvenuto il 24 gennaio 2014. Huo è deceduta dopo 36 ore dall’ultimo arresto,essendo stata sottoposta a pesanti torture. Alla fine di maggio 2015 Chen ha presentato una denuncia penale contro Jiang e il 21 luglio 2015 è stato arrestato vicino casa sua. Anche se non è stata presentata nessuna prova contro di lui durante il processo tenutosi nel dicembre 2015, a novembre il 2016 è stato condannato a tre anni di reclusione.

Chen è attualmente detenuto nella prigione di Weinan, nonostante le sue precarie condizioni di salute continua a subire terribili torture. Sebbene sua figlia, Chen Jie, sia stata ammessa alla scuola di specializzazione di un’università d’oltremare, i funzionari dell’Ufficio 610 le hanno annullato il passaporto per impedirle di lasciare la Cina.

Fonte:Mighui.org,11/11/2019

Articolo in inglese:

Crimes Committed by the Xi’an 610 Office Director and His Accomplices

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.