Cina: Scarsa previdenza igienica e sanitaria.

In Cina la manchevole assistenza e previdenza sanitaria provoca malattie endemiche ed epidemie diffuse in vaste aree del Paese. Queste epidemie, a volte, entrano in Occidente insieme alle merci a basso costo e di qualità infima prodotte dalle imprese cinesi, favorite dal silenzio e dalle rettifiche contro ogni evidenza dal Governo cinese.

Da ricordare le tristi epidemie di SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome) del 2002-2003 e dell’influenza avaria (Virus H5N1) del 2004-2005. In entrambe le situazioni l’Organizzazione mondiale per la sanità ha dichiarato che le informazioni diffuse dalle autorità cinesi risultavano essere incomplete e false.

La sicurezza alimentare è un problema di proporzioni impensabili.

Zhou Qing (nella foto), premiato a Berlino nel 2006, al Lettre Ulysses Award for the Art of Reportage, è stato bandito dal governo cinese per essere l’autore del libro – inchiesta “ La sicurezza alimentare in Cina “ Spirali, 2008. Il libro è stato censurato in tutto il Paese. Attualmente Zhou vive negli USA.

Nel libro viene analizzato il grandissimo timore e le menzogne su cui si basa il regime cinese, iniziando proprio dagli alimenti.

Un dato per tutti, menzionato da Zhou,…….. il fatto che la Cina, nell’80% delle sue tubature, utilizza ancora componenti in piombo. Ma pochi provvedimenti vengono presi in tal senso dalla politica. Le verifiche ad esempio sugli integratori somministrati agli animali da macello sono inesistenti, a Shangai, e la corruzione affligge larga parte dei funzionari dello stato. Il tutto è ampiamente documentato…….

Il sistema politico dittatoriale opprime la libera informazione e la denuncia da parte dei giornalisti anche in questa materia.

Ciò ostacola la messa in atto di un sufficiente sistema di controlli e normative sanitarie nonostante che le stesse autorità cinesi hanno ammesso la gravità della situazione.

Normalmente quando si affrontano le questioni internazionali si è portati, erroneamente, a pensare che sono limitate all’interno di questa o quella Nazione.

In un mondo globalizzato, l’aumento della popolazione mondiale, qualsiasi decisione viene presa da un singolo Stato si ripercuote sugli altri, come in questo caso è sufficiente considerare l’immensa capacità di produzione ed esportazione a basso costo della Cina in tutto il mondo, compreso il “ salutista” Occidente, per giungere alla conclusione di quanto sia attuale e allarmante l’argomento.

Da richiamare alla mente la vicenda del latte con la melamina, del 2008, nota ai media occidentali.

Nel miele cinese è stato trovato cloramfenicolo, è un antibiotico batteriostatico crea effetti collaterali come  danni al midollo osseo, inclusa l’anemia aplastica o la sindrome del bambino grigio nella somministrazione pediatrica. Nel Regno Unito ne ha vietato la vendita dal 2002.

La salsa di soya è risultata essere il prodotto della fermentazione di capelli umani. (Fonte: LRF Italia)

Gianni Taeshin Da Valle, LRF Italia, 20/Ottobre/2013

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.