Cina, rilasciati tre giapponesi

La Cina ha rilasciato tre prigionieri giapponesi. Così dicono le agenzie di stampa e la televisione di stato. I tre uomini, dipendenti della Fujita Corporation, azienda nipponica di costruzioni, erano stati arrestati con l’accusa di ingresso illegale in zona militare. L’arresto è avvenuto a Hebei in provincia di Pechino. Assieme a loro fu arrestato anche un’altra persona, sempre giapponese, con un ulteriore accusa di aver filmato operazioni militari senza consenso. Questi però, è ancora detenuto. Una notizia positiva che però non ha ancora trovato conferme. Per il momento non si registrano dichiarazioni dalla Cina e nemmeno da Giappone.
L’arresto dei quattro è avvenuto quasi in contemporanea con quello di un cittadino cinese, un pescatore che si trovava in acque giapponesi, anch’egli senza visto. Secondo l’accusa, avrebbe tamponato due motovedette della guardia costiera senza poi prestare assistenza.. Quindi l’arresto. La settimana scorsa il rilascio. Il capitano del peschereccio si è sempre difeso sa questa tesi, sostenendo che si è trattato di un umano incidente. Intanto molti esperti di politica internazionale, sostengono che questo evento può portare sereno fra i due paesi. Già la notizia della settimana scorsa è stata letta da molte autorità cinesi come un tassello importante nel quadro diplomatico. I quattro giapponesi si sono sempre difesi, spiegando che si trovavano in Cina per conto del loro governo, precisamente per questioni ambientali. Ricordiamo che la Cina ha sorpassato il Giappone nelle economie mondiali, salendo dal terzo al secondo posto. Fino all’anno scorso in questa classifica, i nipponici erano secondi, quest’anno sono finiti al terzo, in maniera vertiginosa. Attenderemo gli sviluppi della vicenda.

Matteo Melani

Fonte: New Notizie.it, 30 settembre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.