Cina, rifiutato visto a una reporter di BuzzFeed che scrive sulle minoranze

Gli Stati uniti sono “profondamente preoccupati” per il trattamento che la Cina riserva ai giornalisti stranieri e nazionali. L’ha affermato oggi l’Ambasciata Usa a Pechino, dopo che le autorità della Repubblica popolare hanno negato il rinnovo del visto al capo dell’ufficio pechinese di BuzzFeed News.

Megha Rajagopalan, che è statunitense e vive in Cina da sei anni, è stata espulsa dal paese dopo che le è stato negato il rinnovo del visto per giornalisti. La corrispondente ha spesso dato copertura alla repressione delle forze di sicurezza cinese nella regione a maggioranza musulmana dello Xinjiang, dove centinaia di migliaia di uiguri si ritiene siano in campi di prigionia.

“Gli Stati uniti sono profondamente preoccupati che i giornalisti esteri e cinesi in Cina continuino a dover affrontare eccessive restrizioni che impediscano loro di lavorare”, ha scritto la sede diplomatica americana rispondendo in forma scritta alle domande dell’agenzia France Presse.

I reporter stanno registrando “ritardi nelle procedure per il visto, restrizioni di viaggio in certe località indicate come ‘sensibili’ dalle autorità cinesi e, in alcuni casi, violenza per mano delle autorità”.

Rajagopalan, via Twitter, ha sostenuto che le ragioni della decisione del governo di negarle l’estensione del visto rimangono poco chiare, con le autorità che le hanno detto di trattarsi di “questione di procedura”.

Il ministero degli Esteri cinese ha escluso che esista “un problema di visto cancellato”. Il portavoce del ministero Lu Kang, rispondendo a una domanda rivolta da un corrispondente, ha affermato: “Lei non è come te, non è mai stata una giornalista residente in Cina”. Il riferimento è al fatto che Rajagopalan lavorava con visti semestrali rinnovabili, non con il gvisto annuale dato alla maggior parte dei giornalisti con sede in Cina.

Il Foreign Corrispondents’ Club of Cina ha denunciato l’azione del ministero deegli Esteri, che ha “di fatto espulso” Rajagopalan dalla Cina. Dal canto suo, la testata ufficiale Global Times ha accusato la giornalista di aver pubblicato “notizie distorte” sul trattamento degli uiguri in Xinjiang. “Alcuni media occidentali – ha scritto – credono di avere il diritto di fare quel che voglio, ma questa cosa insensata è inaccettabile”.

Fonte,AFP,24/08/2018

English article:

China Expels BuzzFeed Journalist Who Reported on Mass Detentions, Surveillance

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.