Cina, rapporto Onu su fornitura armi in Darfur

L’Onu è in procinto di pubblicare un rapporto sul Sudan in cui si rivela che nel Darfur sono stati trovati proiettili cinesi, di vari formati. Il rapporto è stato elaborato da una commissione che si occupa di monitorare gli effetti delle sanzioni contro il Sudan, tra cui l’embargo sulla fornitura di armi in Darfur. La Cina ha accusato i relatori del rapporto di fornire un “documento pieno di lacune e metodologicamente scadente”. Anche la corrispondente dall’Onu per la BBC Barbara Plett riferisce una certa ambiguità nei contenuti delle accuse alla Cina. La Cina è tradizionalmente partner commerciale del Sudan e non vige alcun divieto per l’esportazioni di armi nel Paese africano. Ma la stessa cosa non vale per il Darfur.

Fonte: peace Reporter, 21 ottobre 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.