Cina/ Rallenta la crescita, Pechino si prepara a tensioni sociali

La Cina deve mettere a punto “un sistema di gestione sociale” per far fronte alle crescenti tensioni nel Paese. E’ quanto ha dichiarato un alto responsabile del partito comunista, invitando le province del Paese a tenersi pronte di fronte “all’impatto negativo” del rallentamento della crescita. Migliaia di lavoratori hanno scioperato nelle ultime settimane nel polo manifatturiero ed esportatore della Cina, nel sud del Paese, protestando contro licenziamenti e riduzioni salariali legate al calo della domanda proveniente dai Paesi occidentali, in particolare dall’Europa. La crescita del Prodotto interno lordo (Pil) cinese, che ha toccato il il 10,4% nel 2010, si è attestata al 9,7% nel primo trimestre, quindi al 9,5% nel secondo e al 9,1% nel terzo. Zhou Yongkang, membro del comitato permanente dell’Ufficio politico che riunisce i nove più alti dirigenti cinesi, ha dichiarato venerdì scorso, davanti ai funzionari delle province del nord della Cina, che le autorità devono migliorare la loro “gestione sociale”. “A fronte dell’impatto negativo dell’economia di mercato, noi non abbiamo organizzato un sistema completo di gestione sociale – ha detto Zhou, citato dall’agenzia ufficiale Xinhua – è urgente costruire un sistema di gestione sociale dalle caratteristiche cinesi che sia adatto alla nostra economia socialista di mercato”. Malgrado la censura, i microblog hanno rilanciato nelle ultime settimane le notizie su diversi conflitti sociali emersi nel Paese, sfociati a volte in scontri con la polizia.

Fonte: TM News, 5 dicembre 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.