- Arcipelago Laogai - https://www.laogai.it -

Cina, protestano contro la corruzione, condannati al carcere

I tre dissidenti erano stati accusati di “aver creato disordini”. Il difensore degli attivisti: “Le prove dimostrano che non erano colpevoli”. Tre attivisti di un movimento anti corruzione sono stati condannati dal tribunale di Xinyu, nell’est della Cina. I tre erano stati accusati di “aver creato disordini”.

Nella foto l’attivista cinese Liu Ping 

Liu Ping e Wei Zhongping sono stati condannati a sei anni e mezzo, mentre un altro attivista, Li Sihua, dovrà scontare tre anni di carcere.

I verdetti per i primi due attivisti sono più severi di quello inflitto a gennaio da un tribunale di Pechino al fondatore del Movimento dei nuovi cittadini, Xu Zhiyong, che dovrà scontare quattro anni di carcere.

Le accuse erano state mosse nei confronti dei tre in base a una foto, fatta circolare online, in cui gli attivisti portano manifesti con richieste di rilascio di altri dissidenti che avevano partecipato alla campagna per una maggiore trasparenza dei funzionari pubblici.

“Il segnale che vogliono dare è che tutti i dissidenti politici, indipendentemente dal fatto che siano colpevoli o innocenti, saranno processati e condannati”, ha detto Si Weijiang, l’avvocato di uno degli imputati. “Non c’è alcuna base legale per le condanne. Le prove – ha affermato il difensore – dimostrano chiaramente che i tre non sono colpevoli, ma le autorità erano determinate a condannarli”.

RaiNews,19/06/2014

English version,Deutsche Welle:
China jails New Citizens Movement activists for anti-corruption protest [1]