Cina. La protesta delle famiglie dei dispersi del Boing 777

Vi ricordate del Boing 777 – MH370 della Malaysia Airlines, scomparso nell’Oceano Indiano 6 mesi fa? L’aereo, in volo da Kuala Lumpur a Pechino, lo scorso 8 marzo scomparve nel Mare Cinese del Sud con 239 passeggeri a bordo, di cui i 2/3 erano cinesi.

Ieri, nella ricorrenza del sesto mese senza risultati concreti, i familiari di circa 30 delle vittime si sono radunati a Pechino presso il Lama Temple, un noto tempio Buddista Tibetano per manifestare la loro frustrazione e per pregare per i loro cari.

I familiari accusano il governo cinese non solo di averli abbandonati, ma di averli perseguitati e arrestati, come è avvenuto quest’estate ad una dozzina di loro, mentre insieme ai figli di età tra i 4 e i 6 anni, manifestano sotto gli uffici della Malaysia Airlines di Pechino.

Questo comportamento del governo cinese è in netto contrasto con quello avuto nei primi giorni dell’accaduto, quando ha sostenuto i familiari e aveva garantito loro il permesso di dimostrare fuori dell’Ambasciata Malaysiana.

La manifestazione di ieri è coincisa con la tradizionale Festa di Metà Autunno, in cui le famiglie cinesi usano riunirsi. Questa coincidenza ha fatto assumere alla protesta maggiore valore simbolico, nella considerazione che i familiari non sono ancora in grado di pregare su una tomba.

Le ricerche dell’aereo, coordinate dall’Australia, nonostante il massiccio impiego di satelliti, aerei, navi e sommergibili, finora non hanno sortito alcun effetto e dell’aereo non si sono trovate tracce. Le attività ripartiranno tra 2 settimane e si estenderanno su un’area di mare di circa 60 mila chilometri quadrati.

di Vito Di Ventura, Italinews,10/09/2014

English version,Reuters,click here: Police violence, abiding grief for China families of missing on Malaysia jet

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.