CINA-Persecuzione dei Cattolici. L’Associazione Patriottica (AP). Chiesa Ufficiale / Chiesa Sotterranea

In Cina i CATTOLICI, creano un enorme problema al regime, in quanto credono “ la Chiesa una, santa, cattolica e apostolica”, ritengono imprescindibile il legame con il Papa. Perciò il PCC considera i cattolici pericolosi sovversivi al soldo di una potenza straniera ( lo Stato del Vaticano).

Preti cattolici subiscono arresti, controlli, sparizioni di vescovi, dispregio verso il Papa, e la Santa Sede. Alcuni sacerdoti sono stati rinchiusi nei LAOGAI solo per aver tenuto un ritiro spirituale per i giovani universitari, o concesso l’estrema unzione a una vecchia in ospedale.

L’Associazione Patriottica (AP) è stata creata da MAO nel 1957 è un ente politico statale che dirige e controlla la “ Chiesa cattolica ufficiale “, a cui sono …“liberi”…..di aderire tutti i cittadini cinesi cattolici.

Il PCC decide chi può seguire gli studi religiosi, chi può essere ordinato sacerdote o vescovo, l’organizzazione dei corsi di catechismo per bambini e adulti, quali temi devono essere trattati , chi e in che termini può frequentarli. Tutto è controllato e finalizzato alla conservazione del potere del partito.

In questo contesto è ovvio che i veri cattolici si sono rifiutati di seguire la “Chiesa ufficiale”, detta anche “patriottica” e hanno creato una “Chiesa Sotterranea”, cioè clandestina, fuorilegge.

Nel 1958 L’Associazione Patriottica viene imposta e ancora oggi è attiva ; chi non vi aderisce è condannato ai lavori forzati, torturato, maltrattato, Ricorre ai più differenti mezzi di oppressione e di propaganda.

Il cardinale Zen durante un suo discorso e riportato anche su AsiaNews e pubblicato il 4 Gennaio 2009 dal settimanale diocesano “Gong Jiaobao” (tradotto poi anche nel settimanale in inglese “ Sunday Examiner”, afferma:…..l’Associazione Patriottica è la “causa maggiore di tutti i problemi della Chiesa in Cina”…che il Vaticano “non si faccia ricattare sui rapporti diplomatici”…..il cardinale Zen conclude con un invito fraterno: “ Cari fratelli vescovi e sacerdoti , guardate all’esempio di santo Stefano; a tutti i martiri della nostra storia! Ricordate: le nostre sofferenze per la fede sono la fonte della vittoria, anche se al momento possono sembrare una sconfitta”.

Cifre approssimative parlano di venti milioni i cattolici e circa 160 milioni  i protestanti in Cina

In questi ultimi mesi sono circa 360 le croci distrutte nella provincia di Zhejiang. Lo scopo è  quello di estirpare la cristianità dal territorio.

Recentemente in Shandong quattro sacerdoti della chiesa sotterranea sono stati arrestati, lasciati senza cibo né acqua,la polizia li voleva obbligare a firmare l’adesione all’Associazione Patriottica.

In Cina, ad ogni modo , tutte le religioni sono illegali, e sono costantemente perseguitate con efferatezza.  Unico dio che si deve adorare è il Partito Comunista cinese.

Gianni Taeshin Da Valle,Laogai Research Foundation,11/08/2015

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.