Cina, obbligo di registrazione del nome nei blog. Si rafforzano sempre più i i controlli sulla rete

La Cina ha annunciato oggi che a tutti coloro che usano blog o chat verrà richiesto di registrare i loro nomi.

Lo riferisce la stampa locale, evidenziando come si tratti dell’ennesimo atto del paese del dragone volto a rafforzare i controlli sulla rete internet. Già nelle scorse settimane i filtri usati dal grande fratello cinese erano stati intensificati tanto da rendere inefficaci anche le vpn, le virtual private network, normalmente utilizzate per poter aggirare la censura.

La Cina ha la più grande popolazione al mondo di internet con 649 milioni di utenti. Già nel 2012 Pechino aveva richiesto alle società di avere i nomi reali di alcuni utenti, ora la richiesta di registrazione viene estesa anche a coloro che utilizzano blog o chat. Ribadito anche il divieto di pubblicare o commentare materiali che possano rappresentare una minaccia alla sicurezza della nazione – in altri termini argomenti che esprimano opposizione alle idee del partito comunista. A coloro che non ottempereranno agli obblighi verranno disattivati gli account.

Le crescenti limitazioni all’utilizzo di internet in Cina hanno fatto registrare una notevole diminuzione degli utenti. Il numero di coloro che usano micro blog è sceso a 249 milioni, circa il 7,1% alla fine dello scorso anno (che equivalgono a 32 milioni di persone circa).

Ansa,04/02/2015

English article, The Wall Street Journal :

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.