Cina: obbligati a giocare su internet

Secondo un’inchiesta realizzata dal Guardian, nel campo di lavoro di Jixi, in Cina, non solo vige ancora il lavoro carcerario i cui frutti vanno a beneficio delle guardie carcerarie, ma i detenuti sarebbero obbligati a giocare su internet per collezionare valuta virtuale da vendere in cambio di soldi veri.

Leggi l’articolo su Gamemag.it

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.