Cina, nuovo trattato di libero commercio con il Perù

L’accordo favorirà gli investimenti cinesi nel paese andino

Il Perù firma un nuovo Trattato di libero commercio con la Cina. E’ accaduto martedì a Pechino, dove il ministro del Commercio peruviano, Mercedes Araoz, ha siglato l’accordo con il vice ministro cinesem, Yi Xiaozhum. Il trattato favorirà gli investimenti cinesi nel paese andino, che già lo scorso anno superarono i sette miliardi di dollari, e incentiverà il commercio tra le due nazioni.

L’obiettivo dichiarato dal presidente peruviano Alan Garcia è arrivare a 15 miliardi di dollari di investimenti cinesi entro il 2015 e sono già molti i giganti dell’economia pronti a entrare in maniera massiccia nell’economia peruviana, soprattutto nel settore minerario. Il cammino verso l’accordo era già iniziato lo scorso anno in occasione del vertice dell’Apec di Lima, per poi prendere forma attraverso una serie di incontri bilaterali nei mesi successivi. Al centro, il settore minerario, quello elettrico ed energetico e quello ittico. Dell’accordo fanno parte anche una serie di misure che faciliteranno la cooperazione doganiera e sosterranno la lotta alla povertà con programmi mirati. Nel 2008, Il Perù ha esportato in Cina beni per 3,7 miliardi di dollari, rispetto ai 3,5 miliardi di dollari in prodotti importati (un aumento rispetto all’anno precedente di oltre il 50 per cento).

Clicca qui per l’articolo su PeaceReporter.net

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.