Cina: neonata gettata in un wc, salvata

La CNN e il Beijing Times danno notizia di una bambina appena nata che è stata gettata a testa in giù in un bagno pubblico di Pechino. Il pianto della piccola ha attirato l’attenzione di alcuni passanti che hanno dato l’allarme alle forze dell’ordine. La neonata, è stata portata in salvo dalle forze dell’ordine ed è attualmente in buone condizioni.

Reggie Littlejohn, presidente del “Women’s Rights Without Fronties“, ha affermato: “Quando bambine vengono selettivamente abortite o abbandonate viene trasmesso il messaggio che le donne non meritano di vivere. La discriminazione sessuale è la forma più violenta di discriminazione contro donne e bambine. Questo incidente dimostra con forza che la discriminazione sessuale esiste ancora in Cina, nonostante il cosiddetto ‘rilassamento’ della politica figlio unico. Anche con la nuova eccezione alla politica (che permette un secondo figlio alle coppie con un solo genitore che è figlio unico), è ancora illegale per una donna non sposata di avere un bambino. Se non sono d’accordo ad un aborto elettivo, queste donne potrebbero essere forzate ad abortire. Forse la donna che ha abbandonato sua figlia era celibe ed in preda alla disperazione, pensando che non avesse alternative. Purtroppo, forse, non lo sapremo mai”.


Fonte: womensrightswithoutfrontiers.org

English article: CNN, Newborn baby pulled from toilet in Beijing, 5/8/15

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.