Cina nega visto per attivista thailandese favorevole al Dalai Lama

L’ambasciata cinese a Bangkok ha negato il visto ad un attivista di primo piano thailandese. Voleva visitare la sua casa ancestrale in Cina , a quanto pare i suoi legami con il leader spirituale tibetano in esilio il Dalai Lama hanno impedito la realizzazione del suo desiderio.

Sulak Sivaraksa , attivista di spicco thailandese e assistente sociale, ha detto che il rifiuto del visto potrebbe avere connessioni con il suo appoggio al leader tibetano .

Era intenzionato far visita alla patria dei suoi antenati in Taechiew nella parte orientale della provincia di Guanndong in Cina, con alcuni amici. Aveva il desiderio di mostrare loro alcune tavolette di legno che rappresentavano i suoi antenati cinesi.

Nella foto Sulak con Sua Santità il Dalai Lama , 22 novembre 2009

Sulak aveva incontrato il leader tibetano nel 2008, quando ha guidato una delegazione di 17 membri dalla Thailandia in visita a Dharamsala .

Durante l’incontro con i media aveva espresso il suo sostegno al leader tibetano affermando che ” …. persone in tutto il mondo lo ammirano per essere un semplice monaco buddista pieno di sincerità e compassione , in ciò che pratica e predica…”

Molti paesi sotto l’egemonia cinese del sud est asiatico, sono disposti a invitare Sua Santità . I cinesi temono Sua Santità il Dalai Lama . Quando hai paura di “ un uomo d’amore “ , c’è qualcosa di sbagliato in te . “

Educato in Inghilterra in Galles , Sulak è tornato in Thailandia nel 1961 , all’età di 28 anni ha fondato la Sangkhomsaat Paritat (Social Science Review ) , diventata la più importante rivista intellettuale della Thailandia , si occupa di numerosi problemi politici e sociali.

Durante il 1970 Sulak divenne la figura centrale in un certo numero di organizzazioni non governative in Thailandia . Sulak fu costretto a rimanere in esilio per due anni nel 1976, dopo il colpo di stato militare .

Tuttavia, egli fu in grado di continuare il suo lavoro di attivista in Occidente .

Ha insegnato presso l’Università della California di Berkeley , Cornell University e l’Università di Toronto.

Fonte: Phayul,13/04/2014

English version, Phayul:
China denies visa for Thai activist supportive of Dalai Lama

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.