Cina: morta Yueye, bimba investita tra indifferenza generale

E’ morta Yueye, la bambina cinese di due anni che circa una settimana fa era stata investita da due auto e lasciata per strada per diverso tempo senza essere soccorsa, suscitando un mare di polemiche. Lo hanno indicato oggi i medici dell’ospedale dove la piccola era stata ricoverata e dove per sette giorni è rimasta in terapia intensiva. Nonostante tutti gli sforzi le ferite riportate, soprattutto quelle alla testa, erano troppo gravi e Yueye non ce l’ha fatta. Nei giorni scorsi la notizia dell’incidente aveva suscitato numerose polemiche, anche su internet. Era stata sottolineata soprattutto l’apatia e l’indifferenza dei cinesi in quanto nessuno si era fermato per soccorrere la bimba ormai priva di conoscenza. L’incidente si era verificato 13 ottobre nei pressi di un mercato a Foshan, nella provincia sud orientale del Guangdong, quando un suv bianco aveva investito la bambina. La piccola, scaraventata sulla strada, non era stata soccorsa da nessuno ed era anzi stata nuovamente investita da una seconda auto, come si è visto nelle immagini riprese da una telecamera di sorveglianza. Solo dopo diversi minuti, una donna aveva soccorso la bimba e l’aveva portata in ospedale. La piccola era figlia di lavoratori migranti. Poco dopo l’incidente la polizia aveva annunciato di aver arrestato i due autisti.

Fonte: Ansa.it, 21 ottobre 2011

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.