Cina: medico cinese colpevole di “abuso di trapianti” sulla stampa, ma non in tribunale

Lu Chen,Epoch Times, 01.08.2014

Le notizie dei media in Cina su una condanna giudiziaria di dodici persone per ‘abuso di trapianto d’organi’ nascondono un enigma. Una figura importante nella struttura medica cinese nota per essere coinvolta nel prelievo forzato di organi da praticanti del Falun Gong è indicata come la figura chiave nel circolo dei trapianti, ma le notizie non dicono se era fra i condannati.


Il Tribunale del Popolo del distretto di Qingshanhu nella città di Nanchang nel sud-est della provincia dello Jiangxi in Cina ha condannato dodici persone fino a nove anni e mezzo di carcere per la vendita illegale di organi umani in maniera organizzata, secondo un articolo di Xinhua il 26 luglio.

Nella foto: «Quello che vediamo in superficie è molto diverso da quello che sta succedendo al di sotto», David Matas, co-autore di Bloody Harvest. (Shutterstock)

Il Legal Daily, gestito dallo Stato, ha riportato che Zhu Yunsong, vice direttore dei trapianti di rene presso il Guangzhou General Hospital, ha svolto un ruolo importante in questo traffico illegale di organi, ma Zhu non è stato menzionato tra i condannati.

Il gruppo colpevole del traffico di organi che è stato portato davanti alla giustizia questa settimana ha iniziato la sua attività illegale nei primi mesi del 2011, dopo che Zhu aveva promesso di acquistare organi del gruppo, secondo quanto riportato nell’articolo.

Dal 2011 al 2012, il gruppo ha ottenuto organi da quasi quaranta donatori vivi negli ospedali con l’aiuto di altri medici e personale medico, ricavandone oltre 1,5 milioni di yuan (circa 180 mila euro), sempre secondo l’articolo.

L’Organizzazione Mondiale per Indagare sulla Persecuzione del Falun Gong ha riferito nel 2006 che Zhu Yunsong – il nome e il titolo nel rapporto dell’Organizzazione Mondiale sono uguali a quelli menzionati nel rapporto del Legal Daily – è stato coinvolto nel prelievo di organi da praticanti del Falun Gong, uccidendoli.

Nel luglio 1999 il regime cinese ha iniziato la persecuzione contro i praticanti del Falun Gong. L’allora capo del Partito Comunista Cinese, Jiang Zemin, temeva il numero delle persone che avevano iniziato la pratica e l’interesse che gli insegnamenti tradizionali morali della disciplina suscitavano nel popolo cinese.

Secondo il libro ‘Bloody Harvest’, un rapporto investigativo sul prelievo forzato di organi, gli ospedali del regime hanno iniziato ad usare i praticanti come fonte di organi subito dopo l’inizio della persecuzione.

Gli autori del rapporto, l’ex Segretario di Stato canadese per Asia-Pacifico David Kilgour e l’avvocato internazionale dei diritti umani David Matas, hanno stimato che nel 2008 sono stati prelevati gli organi da 62 mila praticanti. Il numero di coloro i cui organi sono stati prelevati a partire dal 2008 sarebbero decine di migliaia di più.

Un investigatore per l’Organizzazione Mondiale fingendo di essere un parente di un paziente che aveva bisogno di un trapianto ha chiamato Zhu Yunsong nel 2006 e gli ha chiesto se avesse organi di praticanti del Falun Gong.

Zhu si è lamentato del fatto che l’ospedale non aveva molti organi di praticanti del Falun Gong disponibili in quel momento, ma ha detto, «Non è difficile trovare un rene di tipo B [da donatori del Falun Gong]. Se vuole, può venire; faremo il trapianto molto presto».

Zhu ha fatto più di 1.400 interventi chirurgici di trapianto di organi negli ultimi 13 anni, secondo la rivista cinese Time Weekly.

Un amico di Zhu ha affermato, citato dal Legal Daily: «Lo vedo spesso portare una piccola scatola di refrigerazione e prendere voli in tutto il Paese per fare interventi chirurgici».

In una seduta della Conferenza mondiale dei Trapianti tenutasi a San Francisco dal 26 al 31 luglio David Matas ha commentato i rapporti di Zhu Yunsong e l’arresto dei trafficanti di organi in Cina.

Matas ha osservato che il Falun Gong non è stato menzionato nelle relazioni, ma poi ha osservato che la persecuzione del Falun Gong è una questione politicamente molto sensibile in Cina.

«La questione del Falun Gong divide il partito e le lotte di potere ruotano attorno ad esso», ha detto Matas.
«Quello che vediamo in superficie è molto diverso da quello che sta succedendo al di sotto», ha aggiunto Matas.

La menzione di Zhu Yunsong in connessione con ‘l’abuso del trapianto di organi’ sulla stampa cinese ha coinciso con l’inspiegabile assenza alla Conferenza mondiale dei Trapianti di una figura importante nell’istituzione del trapianto di organi in Cina, il dottor Wang Haibo. Wang è direttore del China Organ Transplant Response System Research Center del Ministero della Salute.

Senza spiegazione, è stato mostrato alla conferenza un video del discorso di Wang. Le persone che conoscevano Wang sembravano essere confuse per la sua assenza.

Wang ha fatto notizia nel mese di aprile 2014, quando ha annunciato che la Cina non ha alcuna intenzione di annunciare un programma per la sostituzione dell’uso di organi dei prigionieri con delle donazioni volontarie, rompendo le promesse di passare ad un sistema di donazione di organi strettamente volontario

Fonte,Epoch Times, http://www.epochtimes.it/news/medico-cinese-colpevole-di-abuso-di-trapianti-sulla-stampa-ma-non-in-tribunale—126832

English Version,click here;
Doctor in China Guilty of ‘Transplant Abuse’ in Press, Not in Court

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.