Cina, la legge impone il «cane unico». Vietato avere più di un animale per famiglia

La decisione della città di Qingdao, che pubblica anche il «manifesto delle 40 razze vietate»: tra loro anche i cani lupo.

Uno solo per famiglia. Non di più. La Cina torna al (recente) passato. Ma non per arginare la crescita della popolazione. L’ ultimo provvedimento – promulgato dalla città di Qingdao, nella provincia settentrionale dello Shandong – impone ai cittadini di non superare il limite di un cane per casa.

Non solo, obbliga i proprietari a vaccinare i propri animali, a dotarli di chip e a iscriversi a un’ anagrafe che riporti i dati dei quattro zampe e dei loro padroni.  Lo riporta il quotidiano della capitale Beijing Xinwen (Pechino Notizie).

Ora il paese asiatico sperimenta una nuova legge, stavolta riguardante il mondo canino e tutti coloro che amano i quattro zampe.

 La Cina ha infatti ratificato una legge con la quale si vieta di possedere più di un cane per nucleo familiare e, sempre secondo questa legge, il cane deve essere registrato in un’apposita anagrafe dei quattro zampe con la quale i proprietari devono segnalare alle autorità cinesi la presenza del loro cane nel loro nucleo familiare, pagando anche una tassa di circa 400 yuan, corrispondenti più o meno ai nostri 50 euro.
La legge riguarda molte grandi città, ed i proprietari di cane cinesi sono infuriati con le autorità, perché ritengono questa legge solo un espediente per fare cassa, racimolando nelle casse statali molti soldi dalla registrazione di tutti i cani delle grandi città della Cina, molte delle quali popolate da milioni di persone. Un bacino di utenza canina molto ampia con le quali l’erario incasserà sicuramente molto denaro.

Alcune città, ad esempio Qingdao, nell’Est della Cina, ha adottato altri provvedimenti che prevedono anche multe da 2000 yuan, circa 263 euro, ed i legislatori di questa città hanno stilato una lista di quaranta razze di cani pericolosi, i quali non possono più essere allevati, pena altre multe e sanzioni di tipo amministrativo e penale.

Corriere della Sera,Fidelity House, 10 giugno 2017

English article,The Guardian:

 

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.