Cina, la censura blocca anche il social network Pinterest

Roma, 17 mar. (askanews) – La Cina ha bloccato nel suo territorio il popolare social network Pinterest, che va così ad aggiungersi alla lunga lista di siti internet dalla diffusione globale finiti nelle maglie della censura.

Secondo greatfire.org e blockedinchina.net, popolari siti che tengono il punto sulle attività censorie nella Repubblica popolare, Pinterest è stato accessibile in Cina fino a ieri.Il social network con sede a San Francisco va ingrossare la lista che già annovera giganti come Instagram, Twitter, Facebook, Google e tanti altri.Pur non essendo disponibili dati sulla diffusione in Cina, Pinterest ha avuto un certo successo in particolare tra le donne, che tendono a pubblicarvi fotografie su soggetti non politici come il cibo, la moda e i viaggi.

Tuttavia alcuni utenti mantengono profili pubblici su soggetti che sono considerati sensibili in Cina, come quello dei diritti umani.

Ci sono profili che parlano del dissidente Liu Xiaobo, altri che trattano la contesa territoriale con Giappone attorno alle isole Senkaku (Diaoyu per i cinesi).(Fonte Afp)

Tiscali.it,17 marzo 2017

English article,Daily Mail: China blocks Pinterest: censorship watchdogs

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.