Cina, Kim Jong-il a Pechino: più stretti legami commerciali e promesse di retro front sul nucleare

Il leader nordcoreano, Kim Jong-il, si è impegnato a porre fine al programma nucleare. Lo riferiscono i media di stato cinesi dopo la visita a Pechino il cui scopo è stato tenuto segreta fino alla conclusione dei colloqui. Hu Jintao ha riferito che Kim Jong-il ha dichiarato che lavorerà con la Cine per creare “condizioni favorevoli” per le trattative di disarmo nucleare. Lo riporta l’agenzia di stampa cinese Xinhua. Per smantellare l’arsenale nucleare della Corea del Nord, dunque, a breve colloqui a sei, con anche Stati Uniti, Giappone, Russia e Corea del sud oltre chiaramente a Corea del Nord e Cina. A quanto riportato dalla Bbc, però, i critici danno ancora lontana la firma di un accordo che concretizzi le promesse. E’ chiaro invece come da questo incontro Pechino-Pynogyang emerga lo stretto legame economico fra i due paesi e l’importanza che la Cina ha per la piccola Corea del Nord in piena crisi mondiale.

Fonte: Peace Reporter, 7 maggio 2010

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.