CINA-Jiangsu: Capo della Divisione di Sicurezza Interna dichiara: “Sono un criminale!”E allora?

Il 26 settembre Xiao Ningjian ha arrestato la signora Zhai sul suo posto di lavoro, afferrandola per un braccio e spingendola a terra.

“Sei un criminale – non puoi trattarla così!” Gli hanno detto i colleghi della praticante.

“Sono un Criminale! E allora?” Gli ha gridato Xiao.

***

Da quando la persecuzione del Falun Gong è iniziata 15 anni fa nel 1999, Xiao Ningjian (肖宁健), capo della Divisione di Sicurezza Interna e direttore dell’Ufficio 610 a Nanjing, vi ha partecipato attivamente.

Oltre ad orchestrare ondate di arresti, perquisendo le case dei praticanti, picchiandoli e torturandoli, ha anche inviato alcuni praticanti ai campi di lavoro forzato, senza organizzargli un giusto processo.

Esempi specifici

Dopo il suo arresto nel novembre 2011, la signora Zhang Yuhua non è stata accettata da un campo di lavoro a causa della sua alta pressione sanguigna, ma Xiao Ningjian si è rifiutato di lasciarla andare. Dopo tre tentativi falliti per farla ammettere al campo di lavoro, Xiao ha ordinato ai medici e agli infermieri di legare la signora Zhang ad un letto dell’ospedale dove era detenuta. Le hanno iniettato e dato farmaci sconosciuti due volte al giorno, non poteva reggere ulteriormente.

Quando Xiao ha portato la signora Zhang al campo di lavoro, per la settima volta, è stata finalmente accettata.

Xiao Ningjian è riuscito a far ammettere al campo di lavoro, anche un altro praticante, il signor Ma Zhenyu.

Il 26 maggio 2011 la polizia e il personale della Divisione di Sicurezza Interna hanno arrestato il signor Ma, lo hanno picchiato ed interrogato; per le brutali torture subite, il signor Ma ha avuto un attacco di cuore ed è stato mandato in un ospedale.

Poi la polizia lo ha portato ad un campo di lavoro, ma è stato rifiutato per due volte.

A questo punto Xiao ha portato il signor Ma all’ospedale militare di Nanjing dove ha cercato di somministrargli droghe sconosciute; il signor Ma ha cercato di resistere, ma Xiao lo ha picchiato e lo ha costretto a prendere le droghe, poi lo ha portato al campo di lavoro per la terza volta.

La signora Liu Kaimei e suo marito, il signor Zhang Xuefeng, sono stati arrestati il 16 maggio 2011. La signora Liu è stata rifiutata da un campo di lavoro a causa del suo problema al cuore, ma Xiao alla fine, dopo sette tentativi è riuscito a farla accettare.

Tortura e arresti illegali

Xiao ha usato misure coercitive per interrogare i praticanti e cercare di forzarli a firmare una dichiarazione di garanzia, per rinunciare al loro credo.

Dopo aver arrestato la signora Zhu Jianling, l’ha appesa all’insù per i polsi, Dopo pochi minuti le sue mani si sono gonfiate.

Ricostruzione della tortura: appesa all’insù dai polsi

Nel 2012, in un centro di lavaggio del cervello, per cercare di costringere la signora Xu Guofang a rinunciare al Falun Gong, Xiao Ningjian l’ha schiaffeggiata in viso, l’ha afferrata per il collo e ha tentato di soffocarla.

Ricostruzione della tortura: brutale pestaggio

Anche i praticanti anziani non sono stati risparmiati.

Nel luglio 2013 la guardia Xiao e altri otto agenti di polizia hanno fatto irruzione nella casa della signora Wang Wenyong di ottant’anni, dove hanno confiscato i suoi effetti personali (compresi materiali contenenti informazioni sul Falun Gong), due computer ed una stampante.

ClearHarmony,15/01/2015

Versione inglese:  Domestic Security Division Head Declares: “I Am a Hoodlum!”

Articoli correlatiCINA: l’Ufficio 610 il braccio violento del PCC simile alla Gestapo della Germania nella II Guerra Mondiale

 

 

Condividi:

Stampa questo articolo Stampa questo articolo
Condizioni di utilizzo - Terms of use
Potete liberamente stampare e far circolare tutti gli articoli pubblicati su LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, ma per favore citate la fonte.
Feel free to copy and share all article on LAOGAI RESEARCH FOUNDATION, but please quote the source.
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0 Internazionale.